• Home
  • Cronaca
  • Ancora il Cilento mangiato dai rifiuti, scoperta discarica a cielo aperto a Capaccio

Ancora il Cilento mangiato dai rifiuti, scoperta discarica a cielo aperto a Capaccio

di Lucia Cariello

Il Cilento ‘mangiato’ dai rifiuti. Continua l’emergenza discariche a cielo aperto che con la calura estiva faranno sentire ancor più la loro presenza. Questa volta è Capaccio a registrare l’ennesimo caso. In via Molino di Mare, infatti, all’altezza dell’incrocio con via Giunone è stata scoperta una discarica dove, accanto alla campana per la raccolta differenziata del vetro e al contenitore per gli indumenti usati, campeggiano numerose buste di spazzatura abbandonate lungo il ciglio della strada.

Una situazione insostenibile, sagnalata da numerosi cittadini e residenti che esasperati per le precarie condizioni igienico sanitare nel quale varsano da tempo hanno chiesto aiuto. Sacchetti in plastica contenente i rifiuti, avanzi di cibo, bottiglie di plastica e vetro, lattine in alluminio e ancora scarti di ceramica e indifferenziato di vario genere abbandonati da ignoti in piena volazione della raccolta differenziata porta a porta che si pratica sul comprensorio comunale. L’illecito non solo danneggia l’immagine della contrada ma compromette seriamente la salute di cittadini e residenti.

«È un problema che si ripete più volte nell’arco dell’anno – dichiarano alcuni residenti – al momento ci sono molti sacchetti di spazzatura riversati a bordo strada e qui si corre il rischio di un’epidemia. Speriamo che l’amministrazione riesca mettere in campo interventi risolutivi che riescano a debellare il fenomeno definitivamente».

©

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019