• Home
  • Cronaca
  • Catturati dopo 25 furti i “ladri delle vacanze” nel salernitano

Catturati dopo 25 furti i “ladri delle vacanze” nel salernitano

di Vincenzo Di Santo

Sceglievano con cura i loro obiettivi – generalmente imbarcazioni, roulotte e camper – i due pluripregiudicati di etnia rom che negli ultimi 6 mesi avevano agitato i sonni degli abitanti del Cilento.

In appena sei mesi, tra il dicembre dello scorso anno e il maggio di quest’anno, i due “ladri delle vacanze” (così ribattezzati data la tipologia dei loro colpi) si erano infatti resi protagonisti di oltre 25 furti, tutti messi a segno nel Cilento, tra Palinuro, Marina di Camerota, Casalvelino, Ascea Marina e Acciaroli.

A fare luce sulle “imprese” della coppia – Angelo Ahmetovic, di 31 anni, e Joanna Elzbieta Totos, trentenne, entrambi residenti a Pontecagnano – sono stati i carabinieri delle stazioni di Marina di Camerota e Centola-Palinuro, diretti dai marescialli Massimo Di Franco e Giuseppe Sanzone, che sono riusciti a ricostruire la “mappa” dei colpi, tutti perfettamente pianificati a tavolino, e quindi a risalire alla coppia, arrestata lo scorso 22 maggio dai carabinieri della Compagnia di Sapri, in coincidenza con l’ennesimo furto.

A interrompere definitivamente la spregiudicata e disinvolta “carriera” dei due, è giunta ora l’ordinanza di custodia cautelare da parte del Gip del Tribunale di Vallo della Lucania che ha confermato in pieno le indagini condotte dai carabinieri.

I due pluripregiudicati sono stati arrestati a Pontecagnano: per l’uomo si sono aperte le porte del carcere di Fuorni, a Salerno, mentre la convivente è stata trasferita presso la propria abitazione, agli arresti domiciliari. 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019