Saut di Gioi, Salati scrive a Grippo: «Necessaria ambulanza e medico sempre disponibili». Poi annuncia ricorso al Tar

Infante viaggi

Il sindaco di Gioi Andrea Salati ha scritto un’altra lettera al procuratore generale del tribunale di Vallo della Lucania, Giancarlo Grippo, in merito alla questione del Saut di Gioi, ridimensionato con un provvedimento dal direttore generale dell’Asl Salerno. Nella missiva, che segue a un’altra inviata qualche settimana fa, si legge: «Veniamo a disturbarla a pochi giorni di distanza dal tragico incidente in motocicletta in cui è incappato  un giovane di Gioi che purtroppo ha perduto la vita. Lungi dal voler strumentalizzare la tragedia, ma di certo il fatto ripropone in modo perentorio la problematica del presidio di emergenza-urgenza che serve l’intero territorio a nord di Vallo della Lucania».

Come nella missiva precedente anche in questa Salati pone l’attenzione sulla configurabilità di «interruzione di pubblico servizio nel provvedimento che è stato adottato e che prevede l’attività sanitaria di emergenza-urgenza dalle 8 alle 20. Manco a dirlo l’evento che ho citato è capitato nella nottata per cui senza la presenza del medico l’incidentato è stato trasportato senza i dovuti primi soccorsi all’Ospedale di Vallo della Lucania». Quindi il primo cittadino si pone una domanda: «E se la presenza del medico avesse attenuato le condizioni critiche, davvero si sarebbe giunti allo stesso drammatico epilogo?». Una risposta non può esserci, ma Salati afferma: «L’evidenza dice che l’emergenza-urgenza deve avere ambulanza e medico sempre disponibili perché la malattia non viene a comando». Nel frattempo lo stesso sindaco ha annunciato che sono state avviate le procedure per il ricorso al Tar.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro