In Cilento sindaco vieta i fuochi d’artificio e i petardi di Natale, saranno guai per i trasgressori

Il sindaco di Roccadaspide, Girolamo Auricchio, ha firmato un’ordinanza con la quale vieta su tutto il territorio comunale di accendere i fuochi d’artificio, petardi e mortaretti e altro materiale esplodente. Il divieto riguarda tutti, anche le attività, dal 13 dicembre al 6 gennaio 2016. Per i trasgressori saranno guai seri. Le multe, infatti, vanno da 25 euro a 500 euro, e se il fatto dovesse assumere rilievo di illecito penale potrebbe seguire anche una denuncia all’autorità giudiziaria. Una decisione, quella assunta dal Comune di Roccadaspide, che trova seguito anche altrove. L’anno scorso a optare in questo senso è stata anche l’amministrazione comunale di Camerota.