Paestum, mercoledì la finale provinciale di corsa campestre ai giochi sportivi studenteschi. Voza: «Lo scenario dei Templi è quello giusto»

0
24

Mercoledì 20 marzo, alle ore 9,30, presso l’area archeologica di Capaccio-Paestum, si terrà la finale provinciale di corsa campestre dei giochi sportivi studenteschi, tra le attività previste dal più ampio progetto nazionale di avviamento alla pratica sportiva, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con il Coni.

I protagonisti dell’evento, organizzato dall’ufficio di coordinamento dei servizi provinciali di educazione fisica e sportiva di Salerno, in collaborazione con i responsabili provinciali di Coni, Fidal e Ficr, sono gli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado di tutta la provincia di Salerno. Oltre 500 studenti, dagli 11 ai 18 anni, invaderanno l’area verde adiacente i templi di Paestum per disputare questa finale.

I primi tre classificati delle categorie cadetti, cadette, allievi eallieve accederanno alla finale regionale del prossimo 25 marzo a Caserta e potranno ambire alle fasi nazionali che saranno disputate a L’Aquila il 6 aprile, proprio il giorno dell’anniversario del terremoto.
  
A supporto dell’organizzazione, sul territorio di Capaccio, c’è il sindaco Italo Voza, l’assessore alla Cultura, Eustachio Voza, e il consigliere delegato allo Sport, Franco Sica. «L’area archeologica di Paestum si riconferma la location ideale per ospitare le discipline sportive. –commenta il consigliere delegato allo Sport Franco Sica – La corsa si svolgerà nell’area adiacente Villa Salati, nella splendida cornice dei templi. Al termine della gara agli studenti verrà offerto un buffet preparato dagli studenti della scuola alberghiera».

«Siamo lieti che gli organizzatori abbiano scelto Paestum per le finali della corsa campestre, un evento che porterà nel nostro comune centinaia di ragazzi provenienti da tutta la provincia, – aggiunge il sindaco Italo Voza – che avranno l’occasione anche per ammirare la nostra splendida zona archeologica».

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here