• Home
  • Turismo
  • Paestum. Entra nel vivo la 14^ Borsa Mediterranea del Turismo archeologico, tra gli assenti? il Cilento

Paestum. Entra nel vivo la 14^ Borsa Mediterranea del Turismo archeologico, tra gli assenti? il Cilento

di Lucia Cariello

Paestum. E’ tutto qui il Cilento?

 Entrata, oramai, nel vivo la 14^  Borsa  Mediterranea del Turismo Archeologico evidenzia una drammatica realtà: la quasi totale assenza del Cilento.

Unici stand presenti all’appello sono risultati quelli dei comuni di Ascea,Capaccio Paestum e Celle di Bulgaria.

Parliamo di un evento di portata internazionale che vede la partecipazione massiccia non solo dell’intero “paese Italia” ma anche e forse soprattutto, di numerosi stati “altri” : Iran, Marocco, Etiopia, Sri Lanka, Argentina, solo per citarne alcuni.

Gli assenti? noi popolo cilentano, noi i padroni di casa, noi che pubblicizziamo a gran voce un evento che vede latitanti la gran parte di noi.

Motivo?

La domanda, naturalmente, è stata posta da chi scrive un po’ a tutti, ed ecco la risposta: “gli stand non sono gratuiti, costano ed i Comuni non sono disposti a spendere cifre tanto esorbitanti” .

Ma allora mi chiedo il perché della BMTA di Paestum,  forse per incentivare un turismo in luoghi dove già esiste? Oppure, con volontà decisamente masochista, il desiderio di voler sottolineare quanto maledettamente ampio sia il divario culturale tra noi e le altre realtà italiane?

Francamente sono domande che mi pongo ed alle quali chiedo risposta, anche se cinicamente penso: “risposta non c’è”.

In merito ai lavori oggi alle 10,00 si è tenuta la conferenza di apertura introdotta dal presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli, seguita da vari interventi tra cui Ugo Picarelli direttore della Borsa.

Al termine della Conferenza il presidente Cirielli si è presentato ai vari stand come da consuetudine.  

©RIPRODUZIONE RISERVATA 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019