Palinuro, 19enne annegato: ripartite all’alba le ricerche del cadavere

0
5

Sono le 5.45 di mercoledì 18 luglio. Il sole ancora non si vede ma è ormai giorno. Dal porto di Palinuro spunta la motovedetta Sar814. A bordo gli uomini della Capitaneria di Porto guidati dal comandante Giovanni Paolo Arcangeli. I marinai perlustrano palmo a palmo lo specchio d’acqua antistante il molo dei Francesi e la spiaggia delle Saline. Come è avvenuto ieri fino a tarda serata. Solo il buio ha interrotto le ricerche riprese poi stamane. In mare si cerca il corpo di Pasquale Lettieri, il ragazzo di 19 anni morto annegato mentre era in spiaggia con gli amici. Sul posto ci sono anche i vigili del fuoco. Il nucleo sommozzatori di Napoli è pronto ad intervenire. 

Ieri Pasquale aveva raggiunto la spiaggia delle Saline per trascorrere qualche ora di relax insieme a Manuel, suo amico e coetaneo. Entrambi si sono gettati in acqua ma le condizioni meteo marine erano proibitive. Sono quasi le 18.30 quando Geppino Calicchio, esperto bagnino del lido Sunset beach si tuffa in mare. Salva una persona, poi tende la mano a Manuel e lo riporta a riva. Cerca di agganciare anche il braccio di Pasquale ma un’onda strappa via il giovane e lo trascina sui fondali. Non c’è stato nulla da fare.

Sul posto è giunto un elicottero della guardia costiera, gli amministratori comunali di Centola, i vigili del fuoco, i carabinieri e tantissimi volontari. Il corpo di Pasquale non si trova. Il mare è troppo agitato. La procura di Vallo della Lucania ha aperto un fascicolo per indagare sulla morte del giovane. Sul posto è giunta anche la mamma e la sorella di Pasquale. La donna, disperata, ha provato anche a lanciarsi tra le onde ma per fortuna è stata prontamente fermata dalle forze dell’ordine.

Intanto le ricerche proseguono senza sosta. La motovedetta si è spinta fino alla costa di Caprioli e alla punta estrema di Capo Palinuro. Del giovane nessuna traccia.

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here