Cane precipita in una scarpata da 60 metri, volontari di Protezione civile lo salvano

Non ci hanno pensato due volte per salvare il cane finito in un dirupo. Domenica mattina, a Sacco, i volontari dell’associazione Protezione Civile Vallo di Diano di Padula e dell’associazione Fata onlus di San Pietro al Tanagro, sono scesi giù nel burrone nei pressi del fiume Sammaro, per oltre sessanta metri, per trarre in salvo un cane segugio, precipitato nel dirupo. La brutta avventura per il cane da caccia è finita nel modo migliore, grazie all’intervento dei volontari che hanno salvato l’animale da una lunga e dolorosa agonia, che lo avrebbe condotto alla morte. Il lieto fine è stato reso possibile anche al radiocollare indossato dall’animale, che ha consentito il rilievo gps della sua posizione. Ma l’operazione è stata tutt’altro che facile, il luogo dov’è precipitato era impervio e inaccessibile. Diversi volontari delle due associazioni si sono calati nel dirupo, legati con delle funi, e hanno tratto in salvo il cane, tra le lacrime di gioia dei proprietari.

©Riproduzione riservata