Veleni nei fiumi del Parco del Cilento e Vallo di Diano: 6 nei guai

Dopo gli esposti alla procura della Repubblica di Lagonegro, in cui si denunciava l’inquinamento del fiume Cavarelli a Sassano, i carabinieri della compagnia di Sala Consilina hanno messo in atto un controllo serrato alle aziende che sono nei pressi del torrente d’acqua. Durante le indagini sono state riscontrate una serie di violazioni. Sei titolari, tra cui quelli di due caseifici, un autolavaggio e un’azienda di produzione gastronomica, sono stati denunciati dai militari del Nor con il supporto dei nuclei carabinieri antisofisticazione ed ecologico di Salerno. Per i sei il reato contestato è di smaltimento illecito di rifiuti e in alcuni casi di deposito di liquidi infiammabili senza autorizzazioni. Dal blitz sono venute fuori anche carenze igienico-sanitarie e la presenza di scarti di lavorazione passata. Il titolare di un altro caseificio è stato multato con una sanzione che sarà decisa in Regione. Rischia una multa dai 3 ai 30mila euro per eccesso nell’emissione delle acque di scarico dell’impianto di depurazione.

©Riproduzione riservata