Caselle in Pittari, maltrattamenti a scuola: tutti rinviati a giudizio

Rinviate a giudizio le quattro maestre della scuola elementare di Caselle in Pittari, accusate di maltrattamenti nei confronti dei piccoli alunni. Si tratta di Rosa Fiscina, Rina Lovisi, Ines Stella ed Anna Gerardina Torre. Rinviato a giudizio anche l’ex direttore della scuola, Biagio Bruno. Per lui però l’accusa è di non aver adottato provvedimenti pur avendo ricevuto segnalazioni da parte dei genitori che poi hanno denunciato. Il giudice dell’udienza preliminare Claudio Scorza ha così accolto la richiesta del pm Anna Grillo che ha coordinato le indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Sapri. Presenti in aula le parti offese, con i legali gli avvocati Giuseppe Vallone e Giuseppe Cassese.

I fatti contestati agli imputati sarebbero stati commessi tra il 2011 e maggio 2014, quando poi nella scuola furono fatte installare delle telecamere posizionate dai carabinieri, dopo la denuncia dei genitori. Le maestre, secondo quanto sostenuto dal pm, sarebbero responsabili di maltrattamenti ai danni di alcuni studenti. In particolare si sarebbero rese protagoniste di urla, rimproveri e strattonamenti. Le maestre, per gli inquirenti, avrebbero abusato dei mezzi di correzione, chi più, chi meno, a danno dei piccoli alunni della scuola elementare di Caselle. Accuse però respinte dai legali Franco Maldonato, Plaitano e TedescoCennamoArnone e Pellegrino, che difendono le maestre, e dall’avvocato dell’ex direttore Bruno tirato in ballo nell’inchiesta «per non essersi attivato, nonostante le segnalazioni di alcuni genitori». L’inizio del processo in primo grado è previsto per il 12 maggio 2016.

©Riproduzione riservata