Il 23 giungo la Granfondo dei comuni Cilentani sulle strade del Giro d’Italia 2013, boom di iscritti

Infante viaggi

Domenica 23 giugno 2013 torna protagonista il ciclismo nel Cilento e lo fa con una delle manifestazioni più importanti del sud Italia, la Granfondo Bcc dei comuni Cilentani. La gara riservata agli amatori ha già toccato quota 750 iscritti. «Non ce l’aspettavamo – dichiara Tony Del Verme, tra gli organizzatori della Granfondo -. Contiamo di arrivare a 850 iscritti. L’aspettativa, quando è nata la Granfondo,  era la promozione territoriale di Torchiara e del Cilento. Oltre al lato agonistico, che è naturale ci sia, a noi interessa la giornata di festa per tutti i ciclisti che parteciperanno. La novità di quest’anno sono le persone che hanno partecipato gli scorsi anni che hanno portato gruppi sportivi interi, premiando il nostro lavoro».

Il percorso La Granfondo si correrà anche su quello che doveva essere parte del percorso della 3° tappa del Giro d’Italia Sorrento – Ascea, modificato per via della precaria condizione del manto stradale, oltre che per le frane, problemi per la maggiore risolti: «Ci siamo sobbarcati noi – precisa Del Verme – insieme a qualche comune la spesa per mettere a posto le strade e quindi garantire un percorso all’altezza».

Sono tre i percorsi su cui si daranno battaglia i ciclisti iscritti alla 6° Granfondo dei comuni Cilentani, per tutti e tre i percorsi il tratto tra Agropoli e Santa Maria di Castellabate è lo stesso del Giro d’Italia.  Il percorso corto riservato ai cicloturisti è lungo 50 km e prevede le salite di Castellabate, Perdifumo e Mercato Cilento. Il percorso medio di 80 km,  oltre alle salite del corto, prevede le asperità dell’antenna di Perdifumo, di San Giovanni e del bivio di Mercato Cilento. Infine il percorso più lungo, 120 Km, con la salita di Stella Cilento, la più dura, 4 km al 9% medio con punte al 16%. L’arrivo di tutti i percorsi è in Piazza Torre a Torchiara.

Macchina organizzativa «Le previsioni promettono tanto caldo come lo scorso anno – afferma Del Verme – e quindi per domenica sono previsti 9 ristori, 3 piede a terra con cibarie e acqua e 6 ristori idrici volanti, in pratica ogni 20 km un ristoro. Per finire gli atleti al traguardo troveranno un ricco Pasta party».

  • assicurazioni assitur

Ai ristori si aggiunge la scorta al seguito. Sono previste 7 auto dell’organizzazione e 4 macchine per l’assistenza meccanica, 40 persone della croce rossa e 4 ambulanze alle quali si affiancherà un rianimatore in moto. La sicurezza stradale sarà garantita da 11 moto della polizia e 15 motostaffette, «saranno scortati tutti – dichiara Del Verme –  come i primi così gli ultimi, non facciamo differenze».

Un consiglio ai ciclisti: «Ricordo a tutti i ciclisti – sottolinea Del Verme – che la partenza sarà alle ore 8.30 ed eventuali ritardi nella consegna dei pacchi gara non comporterà la posticipazione del via. Quindi invito tutti a prelevare il pacco gara il giorno prima».

L’augurio degli organizzatori: «Il sogno è quello di iscrivere la nostra Granfondo – conclude Del Verme –  al circuito del Prestigio, affiancando la Granfondo bcc dei comuni cilentani alla Nove Colli e alla Maratona Dles Dolomiti».

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro