Scappano da centro accoglienza in Cilento, migranti diretti a Nord

E’ ancora emergenza immigrazione nel Cilento. I centri d’accoglienza continuano ad ospitare rifugiati politici senza interruzioni. La scorsa notte, nel centro d’accoglienza «Mamma Graziella» ad Orria, che ospita attualmente 6 nigeriani, sono arrivati altri 17 profughi, provenienti, in maggior parte, dall’Eritrea. Uomini, donne e bambini. Nonostante l’accoglienza e la presenza di servizi di sussistenza, gran parte dei nuovi arrivati ha deciso di abbandonare il centro ieri mattina per affrontare un ulteriore esodo. Non è la prima volta che accade un episodio del genere. Le motivazioni sembrano essere sono molteplici: o la presenza di parenti in altre regioni italiane, o puntare al nord, fuori dal confine italiano, in nazioni come Inghilterra, Germania e Svezia, oppure, nella peggiore delle ipotesi, scappare per sentirsi indipendenti, in modo tale da potersi muovere senza alcun vincolo. Sebbene le temperature sfiorino i 40 gradi, il desiderio di trovare una disposizione secondo le proprie ambizioni ed aspettative, diviene maggiore dei rischi che si possono incontrare con temperature così elevate. Soltanto 5 su 17 hanno deciso intrattenersi nel centro, oltre ai 6 già presenti. Una situazione sempre più difficile da gestire, specialmente in questo periodo dell’anno. 

©Riproduzione riservata