Maxi incendio distrugge la collina vicino alle Cascate dei capelli di Venere a Casaletto Spartano: canadair in azione

L’emergenza incendi assume proporzioni mai viste negli ultimi anni. La situazione in Campania è la più grave ma in tutto il resto del centro-sud i roghi continuano a divampare creando situazione critiche, seminando il terrore fra la popolazione e imponendo in vari casi l’evacuazione degli abitanti. Boschi e colline in fiamme anche in moltissime località del Cilento e Vallo di Diano. 

L’incendio Carbonizzato uno dei polmoni verdi e puliti del territorio cilentano, caratterizzato da ettari di macchia mediterranea. Sabato mattina, probabilmente intorno alle 3, un nuovo vasto incendio è divampato a Casaletto Spartano e ha interessato la collina al Capello, vicino la famosa Cascata dei capelli di Venere. Al lavoro ci sono i forestali della Comunità montana Bussento, Lambro e Mingardo della squadra anticendi. Sul posto si sono portati anche i carabinieri della stazione locale, i vigili urbani e alcuni amministratori comunali. Si è reso necessario anche l’intervento di un elicottero canadair, inizialmente in difficoltà per la densa coltre di fumo che si è andata sprigionando su tutta la zona e che ha reso complicato l’intervento. L’elicottero ha fatto avanti e indietro incessantemente per spegnere le fiamme, domate dopo oltre dieci lanci d’acqua.

Indignati i cittadini e il sindaco di Casaletto Spartano, Giacomo Scannelli, dalle prime ore dell’alba sul posto: «Gesto di estrema inciviltà». E’ chiaro, ma saranno le eventuali indagini a stabilirlo, che non si sia trattato di un evento accidentale ma atto doloso di qualche piromane.

©Riproduzione riservata