Sequestrati 16 ettari di bosco nel Parco nazionale del Cilento: 2 denunciati a Ceraso

0
23

Sequestrato un bosco di circa 16 ettari nel comune di Ceraso, in pieno Parco nazionale del Cilento. Gli uomini del corpo forestale dello Stato del coordinamento di Vallo della Lucania dopo una serie di indagini hanno accertato che, su terreno di proprietà privata, era in corso il taglio di un bosco di ceduo ricco di castagno, leccio e macchia mediterranea. Le indagini condotte dai caschi verdi e i documenti acquisiti, hanno permesso di scoprire che le attività di taglio erano eseguite senza le dovute autorizzazioni, infatti ai due, poi denunciati, mancava il parere della Soprintendenza di Salerno.

Le verifiche fatte in campo dagli uomini della Forestale di Vallo hanno anche permesso di accertare che la ditta aveva realizzato abusivamente, servendosi di un mezzo meccanico, una pista per spostarsi con i mezzi lunga 500 metri e larga 2, sradicando diverse ceppaie di castagno. Tutta l’area di cantiere è stata sequestrate e i due uomini sono stati denunciati all’autorità giudiziaria di Vallo della Lucania. I denunciati, proprietaria e titolare della ditta che ha tagliato abusivamente il bosco, sono V.T.C. di 74 anni e R.A. 54enne che dovranno rispondere a vario titolo per i reati di taglio boschivo non autorizzato, danneggiamento e deturpamento di bellezze naturali di una zona di alto pregio ambientale. «Prosegue l’azione di prevenzione e controllo di gestione dei boschi da parte del Corpo Forestale dello Stato – fa sapere il vice questore aggiunto Fernando Sileo – affinché venga rispettata la vocazione e la destinazione naturale delle aree e siano perseguiti gli interventi in contrasto con gli strumenti di pianificazione e gestione del territorio, importante per preservare e difendere il patrimonio boschivo del verde Cilento».

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here