• Home
  • Cultura
  • Compagnie teatrali: Catello Balestrieri cambia abito di scena

Compagnie teatrali: Catello Balestrieri cambia abito di scena

di Maria Antonia Coppola

Dopo un ventennio di prove e di recite, Catello Balestrieri, per alcuni anni presidente di ‘Né arte Né parte’, attore e regista,  lascia la compagnia. Era il marzo 1990, quando dopo circa nove anni di convivenze sul palcoscenico, un gruppo di attori teatrali amatoriali decide di fondare una compagnia teatrale che si è sempre di più orientata nella recitazione in dialetto napoletano. A dirigere il gruppo, e in qualche maniera, a formarlo, è stato Catello Balestrieri . ‘Né arte Né parte’ calca i palcoscenici in questi anni con circa venti rappresentazioni con autori come  i De Filippo, Scarpetta, Viviani ed altri, riuscendo a varcare i confini provinciali grazie al lavoro e alla passione di alcuni componenti, con la finalità che l’attività teatrale fosse messaggera di cultura e integrazione sociale. La stessa finalità che, per Balestrieri, sopra ogni altra motivazione, lo ha condotto, oggi, a lasciare la sua storica compagnia teatrale per approdare verso un nuovo contesto professionale, incentrato sulla sperimentazione e costruzione artistica. La sua nuova ‘casa’ è l’associazione di promozione sociale ‘Tuttinsieme’ che si affianca a Balestrieri per sostenerlo in questa nuova avventura. Come auspicato dall’associazione, un’altra costola si forma, e per darne forte identità si è pensato ad una perfomance di ampio respiro, con un ‘laboratorio creativo’ di Tuttinsieme: una sezione artistica, Teatro/Musica/Spettacolo, con la direzione  di Catello Balestrieri.
Dice Balestrieri: “ Il senso del cambiamento è complessivo. L’esperienza di teatro napoletano, che mi ha dato molte soddisfazioni, ora è in trasformazione. L’approccio sarà la formazione, trait d’union di un linguaggio comune, per i futuri attori, che in sintonia, potranno scegliere sia le opere che il modo di rappresentarle. Questo nutrito gruppo di giovanissimi, che compone la Nuova compagnia teatrale ‘Jacopo De Martino’, dovrà rapportarsi al teatro nel senso complessivo del termine. Il teatro è per lo più recitazione, ma c’è un dietro le quinte, altrettanto importante. Il laboratorio include un percorso di formazione per  i ragazzi che dovranno avere un ampio approccio al lavoro di equipe, facendo esperienza, confrontandosi e scegliendo i percorsi più confacenti per ciascun componente del gruppo giovani, dalle prove di recitazione, (dal cabaret, al musical, al teatro classico, all’opera napoletana, allo sperimentale),  all’allestimento scenografico e  percorsi per tecnici del suono e delle luci”.
La  presentazione della Nuova compagnia teatrale ‘Jacopo De Martino’, a cura dell’associazione Tuttinsieme,  è prevista al Lido del Poggio, venerdì 24 giugno, alle ore 19.00

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019