• Home
  • Cronaca
  • Roccadaspide. “Differenziamoci”, una raccolta con dati alla mano

Roccadaspide. “Differenziamoci”, una raccolta con dati alla mano

di Lucia Cariello

Si terrà domani a partire dalle 9,30 presso l’aula consiliare del comune di Roccadaspide, un convegno sulle tematiche del riciclo, occasione per illustrare anche i risultati conseguiti nella raccolta differenziata e sui progetti che il comune intende porre in essere per il futuro.

Al convegno interverranno il sindaco Girolamo Auricchio, Antonio Nappi direttore della NAPPI Sud, Antonio Marino direttore della Bcc di Aquara, Amilcare Troiano presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e Michele Buonomo presidente regionale di Legambiente.

Al termine del convegno saranno distribuiti doni natalizi a tutti gli alunni delle scuole materne, elementari e medie della cittadina.
 
Una giornata importante che sarà occasione per illustrare gli ottimi risultati raggiunti con la raccolta differenziata.

Roccadaspide infatti è il comune più virtuoso in Campania, con una percentuale che sfiora l’87%, e si è classificato il primo in Italia, tra quelli con popolazione con meno di 10mila abitanti e più di 5mila.
 
A Roccadaspide il sistema della raccolta differenziata porta a porta è attivo fin dal marzo 2007, sia nel capoluogo che nelle cinque frazioni.

Tutti i giorni dal lunedì al sabato (la domenica viene comunque assicurato un servizio di pulizia delle strade) mezzi condotti da operai del comune percorrono 500 km su tutto il territorio per effettuare la raccolta.

Nonostante tutto il comune riesce a mantenere le tariffe basse: € 1,24 per le abitazioni del capoluogo, € 0,87 per le abitazioni rurali che non conferiscono la frazione umida, per effetto di una riduzione del 30%.

Il risultato ottenuto è stato conseguito anche grazie alla realizzazione dell’isola ecologica, a cui fa riferimento anche il comune di Trentinara; all’attivazione di un servizio di compostaggio domestico, in conseguenza del quale molte famiglie ottengono una riduzione del 30%; all’istituzione di un servizio di raccolta di batterie; all’istituzione di un centro di raccolta convenzionato con il Centro di Coordinamento RAEE per la raccolta di frigoriferi, televisioni, monitor, apparecchi di illuminazione; all’istituzione della raccolta di indumenti ed accessori di abbigliamento, mediante l’impiego di appositi contenitori.

Ma i risultati ottenuti, non solo riempiono di soddisfazione i cittadini che possono vantare una città pulita ed ordinata, ma si traducono anche in premi di non poco valore: il progetto “In viaggio con l’olio esausto”, un progetto di salvaguardia ambientale legato alla raccolta capillare degli oli domestici vegetali, ha previsto premi per la scuola, dove sono stati regalati interessanti doni agli studenti più meritevoli.

La raccolta dell’olio esausto permetterà anche alle famiglie virtuose di vincere un ambito premio: una crociera per due persone nel Mediterraneo.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019