Rubano corrente pubblica: nei guai 13 marocchini e il titolare della palazzina

Soldi in nero e allacciamento abusivo alla corrente pubblica in una Palazzina di Eboli in località Campolongo. È quanto emerge dalle indagini dei carabinieri della compagnia di Eboli, diretti dal capitano Alessandro Cisternino. Erano 13, gli immigrati di nazionalità marocchina che sfruttavano la corrente pubblica per uso privato. Sono stati denunciati per furto ed hanno un’età minima tra i 20 e i 25 anni. Ma a passare i guai non sono soltanto loro. Anche il proprietario dell’immobile, accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, rischia ora la confisca dello stabile. Secondo quanto spiegato dagli inquirenti, il titolare intascava illegalmente, quindi in nero, all’incirca 700 euro al mese. Per 6 dei marocchini era già stato emendato un decreto di espulsione.

©Riproduzione riservata