• Home
  • Cronaca
  • Camerota, ditta trasporti Infante: «Il Comune ha un debito con noi di 40 mila euro»

Camerota, ditta trasporti Infante: «Il Comune ha un debito con noi di 40 mila euro»

di Redazione

La ditta di trasporti ‘Infante viaggi’ precisa in una nota inviata alla redazione del giornale del Cilento la propria posizione rispetto all’articolo pubblicato il 20 febbraio scorso da un quotidiano locale. La nota stampa è stata inviata anche alla nostra redazione ed è firmata dal legale rappresentate della ditta, Domenico Infante. Pubblichiamo quanto ricevuto integralmente di seguito:

In riferimento all’articolo giornalistico pubblicato dalla testata ‘Cronache del salernitano’, redatto dalla giornalista Maria Naddei, corre l’obbligo della scrivente società di comunicare con stretta urgenza delucidazioni inerenti a quanto descritto dall’articolo in questione. Ci preme sottolineare per l’appunto le innumerevoli incongruenze descritte nell’articolo che hanno suscitato sconcerto e sdegno ed inoltre eco negativo in tutta l’area cilentana. Ad oggi alcuni lavoratori hanno percepito la mensilità di ottobre 2013, mentre gli altri non hanno accettato gli assegni circolari emessi in data 6 c.m. inerenti al pagamento del 50% della mensilità di ottobre, rifiutandosi inoltre di fornire ad oggi il codice Iban per i prossimi accrediti. Si sottolinea inoltre che ad oggi il credito maturato nei confronti dell’Ente Provinciale è di due mensilità ovvero novembre e dicembre 2013 pari ad € 85.000,00 e che il mese anticipato dalla Provincia di Salerno accreditato sui nostri conti correnti nel mese di gennaio 2014 è quello relativo al mese di ottobre 2013. Per tali ragioni risulta impossibile retribuire le spettanze al personale dipendente con regolarità facendo altresì presente che la Provincia di Salerno ha ridotto per l’anno 2013 i corrispettivi di esercizio così come contrattualizzati nella misura pari a circa € 19.000,00. Si ribadisce inoltre che i lavoratori sono 11 (di cui 10 con mansione autisti). Si comunica altresì infine che nonostante gli impegni e gli sforzi da parte della scrivente, ad oggi diviene difficile affrontare tale problematica in quanto la forza occupazione è in esubero di circa il 50 %!! Difatti, l’organizzazione del lavoro per l’esercizio delle autolinee in affidamento si articola in 6 turni di cui solo 5 part-time, mentre la forza occupazionale costa di 10 UNITA’ TUTTI A TEMPO PIENO ed INDETERMINATO. Si evince per le ragioni premesse un problema strutturale riferito alla forza occupazionale che lavora mensilmente circa il 50% di quanto dovrebbe invece lavorare secondo contratto di lavoro applicato. Non solo, la scrivente vanta inoltre un credito da parte del Comune di Camerota pari a circa € 40.000,00 e pari a circa il 60% totale rispetto alle spettanza dovuta al personale ammontante a meno di € 70.000,00. Ad eccezione di quanto operato già da diversi anni dalle altre aziende pubbliche e private, la ditta Infante non ha tutt’oggi provveduto all’utilizzo degli ammortizzatori sociali, nonché non ha effettuato licenziamenti al fine di tutelare i posti di lavoro. Nella speranza che Codesta Spett.le Redazione dia voce alla Scrivente rispetto a quanto rappresentato, al fine di salvaguardare l’immagine aziendale e la trasparenza dell’informazione, si coglie l’occasione per porgere distinti saluti.


©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019