Cilento con il naso all’insù, tra sabato e domenica arriva la «Superluna»

Non è solo il primo week-end di estate. Quello appena iniziato è anche il finesettimana della «Superluna». Tra sabato e domenica, infatti, tutto il mondo potrà osservare la luna piena più luminosa dell’anno, perché il nostro satellite si troverà al perigeo, e cioè alla sua distanza minima dalla Terra. La Luna, quindi, apparirà più grande del normale. Qualcuno pensa che sia rosa. Invece no. Il soprannome le deriva probabilmente dalle tradizioni contadine. E’ chiamata anche Luna della fragola ma non si vedranno tinte rosee nel cielo. «Il suo colore – fa sapere Rifatto, astronomo dell’Osservatorio di Napoli – può tendere al rosso quando è bassa perché l’atmosfera assorbe le radiazioni del colore blu ma il fenomeno scompare quando si alza».

Il particolare fenomeno si verifica più o meno una volta all’anno. Quest’anno la distanza che separerà i due corpi celesti si ridurrà a 356.991 km. Per comprendere l’eccezionalità dell’evento, basti pensare che già solo due settimane dopo la Luna sarà lontana 406.490 km, e che la distanza media si attesta intorno ai 382mila km. Il record, tuttavia, non verrà battuto: il 19 marzo 2011 il satellite era a “soli” 356.577 km.

Ora non resta che godersi lo spettacolo, magari dalle verdi distese di campagna cilentana o dal mare. Magari in compagnia di qualcuno. I meno fortunati, ma sicuramente più tecnologici, che non possono assistere all’evento dal vivo, lo seguiranno con un click dal web. Instagram e social hanno già gli obiettivi puntati al cielo.

©Riproduzione riservata


Superluna 23 giugno 20