Buone notizie per l’unione dei comuni ‘Alto Cilento’, in arrivo fondi per la protezione civile

Con decreto dirigenziale della Regione Campania n. 590 l’unione dei comuni ‘Alto Cilento’ è risultato destinatario di un finanziamento pari a 165.000 euro relativamente agli interventi finalizzati alla predisposizione, applicazione e diffusione dei piani di protezione civile. L’ente di palazzo Santa Lucia ha approvato nei giorni scorsi la graduatoria delle istanze ammissibili a finanziamento por Campania Fesr 2007-2013 per un totale di 13.924.947,27 euro di fondi distribuiti tra comuni, comunità montane e unione dei comuni del Cilento e Vallo di Diano. L’obiettivo dell’azione messa in campo dalla Regione Campania con l’asse 1 del por Fesr 2007-2013, obiettivo operativo 1.6 ‘Prevenzione dei rischi naturali ed antropici’, si propone di attuare interventi finalizzati alla definizione, predisposizione ed attuazione della pianificazione di protezione civile, privilegiando la selezione di quegli interventi che ricadono in aree territoriali vulnerabili ovvero ad alto rischio, sismico vulcanico ed idrogeologico, così come stabilito dai criteri di priorità approvati dal comitato di sorveglianza, in coerenza con la strategia complessiva delineata dalla deliberazione di giunta regionale 434 del 2011. A breve quindi l’unione dei comuni Alto Cilento, che si compone di otto enti comunali quali Agropoli, Laureana Cilento, Lustra, Prignano Cilento, Perdifumo, Rutino, Torchiara, Cicerale, che presenta territori soggetti in particolar modo a rischio idrogeologico, sarà munito di un programma di previsione e prevenzione. Esso avrà lo scopo di predisporre e coordinare gli interventi di soccorso a tutela della popolazione e dei beni nell’area in cui l’unione opera.