Frecciarossa, esclusa la stazione di Pisciotta: operatori turistici sul piede di guerra

0
38

«Abbiamo appreso in data odierna dagli organi di stampa locale dell’istituzione di una nuova fermata presso la Stazione Ferroviaria di Centola-Palinuro-Marina di Camerota del treno Freccia Rossa 9591 che collega Milano C.le a Sapri. Tenendo conto che trattasi di treno speciale per collegare le maggiori città italiane al Cilento nel periodo estivo avere una fermata in più nelle nostre località turistiche è di estrema importanza». E’ quanto si legge nella nota inviata dagli operatori turistici del Comune di Pisciotta alla direzione generale di Trenitalia, al Sindaco di Pisciotta e all’Assessorato ai Trasporti della Regione Campania.

«Abbiamo, però, – prosegue la missiva – alcuni dubbi sulla selezione fatta, pertanto vorremmo condividere con voi le nostre perplessità. Appare evidente che la scelta, prima, del cambio denominazione della stazione da Centola a Centola-Palinuro – Marina di Camerota e, dopo, della fermata del Freccia Rossa 9591 sia stata solo una scelta politica che di sicuro non porta vantaggio ai turisti e tanto meno a Trenitalia. Ecco perché vi chiediamo di valutare con attenzione quanto segue». E giù un elenco di quesiti che riportiamo di seguito integralmente:

 

«1) LA SICUREZZA DEI PASSEGGERI 

a) Il Treno Freccia Rossa è molto più lungo del binario della stazione di Centola (202 metri del Freccia Rossa rispetto ai 125 metri del marciapiede), quindi si corre il rischio di far scendere i passeggeri sul binario o addirittura, per le ultime carrozze, a ridosso della galleria, cosa pericolosa oltre che scomoda; 

b) Il marciapiede è molto basso e quindi non facilita la discesa dei passeggeri, immaginarsi se poi i passeggeri devono scendere sui binari; 

c) L’uscita della stazione non è al centro del binario ma alla fine, quindi i passeggeri oltre a scendere in galleria sono costretti a percorrere tutto il binario; 

d) Il sottopassaggio, per raggiungere il binario in direzione sud, è stretto per far transitare in comodità e sicurezza tutte le persone che dovranno salire o scendere dalla Freccia; 

 

2) LOGISTICA 

a) La distanza dal centro di Palinuro è superiore dalla stazione di Centola, rispetto alla Stazione storica Pisciotta-Palinuro, infatti sono 11,1 Km rispetto agli 8 km; 

b) La strada di accesso alla stazione non è agevole agli autobus in quando stretta e tortuosa; 

c) La stazione di Pisciotta – Palinuro, da sempre riconosciuta come punto di riferimento turistico, non a caso si ricorda l’ottima esperienza del Palinuro Express, risolve sia i problemi di logistica che sicurezza dei passeggeri; 

d) La stazione di Pisciotta-Palinuro da anni serve le località di Pisciotta, Caprioli, Palinuro e Marina di Camerota, lo stesso, per logistica, non può avvenire per la stazione di Centola-Palinuro-M. di Camerota. Infatti rimarrebbero senza servizio Pisciotta e Caprioli (21 km per circa 30 minuti di viaggio con strada senza traffico). Attualmente la stazione di Pisciotta – Palinuro con tre binari funzionanti, dove fermano anche due IC provenienti da e per Roma T.ni, può garantire molta più sicurezza e soprattutto servire un territorio più ampio». 

 

La nota porta la firma di diversi operatori turistici del Comune di Pisciotta:

 

Agenzia di Viaggi Discover Cilento – Pisciotta 

Villaggio Stella del Sud – Caprioli 

Hotel Pica – Caprioli 

Villaggio Acqua Marina – Caprioli 

Villaggio Costa del Mito – Caprioli 

Toor Operetor DIROTTA DA NOI – Roma 

Villaggio Baia del Silenzio – Caprioli 

Villaggio Lido Paradiso Resort – Marina di Pisciotta 

Agriturismo “A Machina” – Pisciotta 

Hotel Marulivo – Pisciotta 

Albergo diffuso La Casa sul Blu – Pisciotta 

Associazione Scopri – Pisciotta 

Case Vacanze Brezza Marina – Caprioli 

Villaggio Club La Maree – Pisciotta 

Agriturismo Il Principe di Valle Scura – Pisciotta 

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here