Sapri ricorda madre Leonia Milito a 100 anni dalla nascita

A cento anni dalla nascita di madre Leonia Milito, la religiosa originaria di Sapri e fondatrice della congregazione delle missionarie di Sant’Antonio Maria Claret, la città della Spigolatrice la ricorda con una settimana ricca di eventi religiosi. Da domenica 19 a domenica 26 ottobre celebrazioni, mostre fotografiche, convegni, musical e molto altro si alterneranno a momenti di riflessione religiosa per commemorare una figlia di Sapri.  

E’ nata a Sapri nel giugno del 1913. Leonia Milito a 16 anni aderisce all’Azione Cattolica. Proprio qui matura la sua vocazione religiosa e nel 1935 entra nella “Congregazione delle suore Francescane di S. Antonio”. Nel 1954 i suoi superiori assecondando il suo desiderio missionario, la inviano in Brasile, dove si pone al servizio della chiesa locale. Attrae molte giovani al suo ideale missionario e, il 19 marzo 1958, nella città di Londrina (Paranà) fonda una nuova Congregazione: le “Missionarie di S. Antonio Maria Claret”, che ha come finalità principale l’annuncio della Parola e il Servizio della Carità. La sua azione non conosce frontiere. Apre comunità religiose in varie regioni del Brasile, in Argentina, Cile, Francia, Svizzera, Italia, Germania, Australia, Costa D’Avorio e Gabon. Muore nel 1980, a 67 anni, in un incidente automobilistico. Dopo la sua morte, l’opera continua a espandersi. Madre Leonia guida la Congregazione come Superiora Generale per 23 anni, portando ovunque la sua profonda fede e il suo amore per la carità, insegna alle suore che il cuore della Missionaria deve stare là dove si trova un fratello sofferente. (Il programma è in fondo nella gallery)

©Riproduzione riservata