Blocco dei tir, il Cilento resta senza benzina: code presso i distributori, traffico impazzito

Infante viaggi

La stretta variante della frazione camerotana illuminata a giorno dalla miriade di fari delle auto in coda, trepidanti per accaparrarsi le ultime gocce di benzina rimaste: è questo lo scenario che si para dinanzi agli occhi degli abitanti di Licusati.

La pompa di benzina di Licusati è l’unica nella zona, divisa fra Camerota paese e la frazione.

Il blocco dei tir partito insieme alla protesta siciliana del Movimento dei Forconi arriva fino al Cilento, creando non pochi disagi alla popolazione.

Non solo i piccoli centri offrono immagini del genere, ma anche le cittadine del Cilento risentono degli stessi disagi, da Vallo della Lucania a Sapri, che stamattina si presentava ricolma di auto in coda per l’intera lunghezza del lungomare.

I grandi centri assaltati da automobilisti provenienti dai comuni limitrofi.

Code chilometriche in una delle cittadine più grandi del Cilento, Agropoli, mentre a Villammare il distributore addirittura chiuso dalle 13:00 di oggi pomeriggio. Stessa situazione a Palinuro, Centola, Scario, Roccagloriosa e tutto il Golfo di Policastro. Molti cittadini di Poderia e Celle di Bungheria si sono recati a Futani per fare rifornimento: “tutto esaurito”, ci segnala un nostro lettore. Ed ancora: “Domani come andiamo a lavoro?”.

Di seguito riportiamo l’attuale situazione di alcuni dei punti caldi del Cilento.

NUOVI AGGIORNAMENTI (a cura di Luigi Martino)

Alcuni lettori segnalano alla nostra testata la situazione delle pompe di benzina nei paesi cilentani intorno alle ore 21:00 del 23 gennaio:

A Marina di Camerota è chiusa la pompa di benzina Esso da sabato mattina, mentre la pompa IP, in zona porto, è stata aperta oggi e chiuderà molto probabilmente domani mattina per esaurimento scorte.

  • assicurazioni assitur

Acciaroli è senza benzina.

I cittadini di Sapri sono stati costretti a salire verso Torraca per rifornirsi, ma in entrambi i paesi nessuna pompa di benzina funzionava.

Daniele da Vallo della Lucania ci dice che “sono forse 2 le pompe di benzina con ancora carburante disponibile”, mentre a Poderia sta terminando il carburante e i cittadini di Celle di Bulgheria sono costretti a raggiungere Futani per il rifornimento.

A Policastro Bussentino non hanno trovato nemmeno una goccia i nostri lettori Giuseppe e Francesco; lo stesso vale per San Giovanni a Piro e Scario con pompe chiuse dal pomeriggio.

Anche Roccagloriosa a secco. I cittadini infuriati commentano: “E nei prossimi giorni come andiamo a lavoro?”.

Ad Agropoli è rimasta solo la Repsol in località Mattine con pochi litri ancora a disposizione.

A Palinuro la pompa di benzina dell’area Trivento è chiusa da un bel pezzo, mentre la Esso al centro del paese ha chiuso in serata insieme alla pompa situata nelle vicinanze delle rotonda.

Alle ore 21:00 circa erano stracolme di macchine in fila le pompe di Capaccio, Omignano e Ceraso.

ARTICOLI CORRELATI

Strade occupate: il movimento dei Forconi siciliani arriva anche nel Cilento e Vallo di Diano

assicurazioni assitur