Cilento, 31enne muore dopo incidente stradale: 22 indagati

Infante viaggi

La procura della Repubblica di Salerno da il via all’inchiesta relativa al decesso del 31enne Luigi Ricco, che il 10 marzo finì con il proprio scooter in una buca stradale. La procura ha infatti emesso un avviso di garanzia nei confronti di 22 persone per reato di omicidio colposo. Tra questi sono presenti medici, anestesisti e sanitari che hanno assistito e operato Luigi presso l’ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona” di Salerno. Tra le indagini spiccano i nomi non solo di alcuni medici dell’ospedale di Salerno ma anche di diversi sanitari del nosocomio di Roccadaspide dove è stato effettuato il primo ricovero del giovane Luigi prima di essere trasferito. Sarà il medico legale Giovanni Zotti, infatti, ad effettuare l’esame autoptico e fare chiarezza sulle reali cause del decesso. Nonostante ciò, la famiglia Ricco ha richiesto e nominato un perito di parte per assistere all’autopsia, il medico legale Sandra Cornetta.  L’inchiesta è seguita dal sostituto procuratore Vittorio Santoro. Momentaneamente non risulta indagato nessuno dell’Amalfitana Gas, la ditta che stava effettuando i lavori per la metanizzazione. Tanto meno delle ditte impegnate nei lavori e nei subappalti. I nomi, riporta ‘StileTV’, sarebbero: Domenico Sofia, Romualdo Cirillo, Mario Palumbo, Nicola Tino, Luigi Martucci, Luigi Pandolfo, Massimiliano Tedesco, Massimo Caso, Giangiuseppe Peduto, Elisa Carannante, Lorenzo Cuomo, Renato Gammaldi, Dante Mauro Lo Pardo, Angela Petraglia, Stanislao Perciato, Luciano Brigante, Giuseppe Calicchio, Antonia Pagano, Vittorio Caterino, Gaetano De Angelis, Carmela Policastro e Carmine Greco.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur