La schiusa delle tartarughe marine a Camerota: una meraviglia della natura | VIDEO-FOTO

Infante viaggi

Record di nidificazioni sulle spiagge cilentane: dall’inizio dell’estate accertati sei nidi con Palinuro, Camerota e Acciaroli tra le spiagge preferite. E’ l’ennesima meraviglia della natura in Cilento. «Non sono le grandi opere e il cemento la via per lo sviluppo e la valorizzazione delle coste campane. Lo dice anche la natura e lo testimoniano gli episodi di nidificazione delle Caretta caretta che hanno interessato la Regione», commenta subito la notizia Legambiente. Sulla spiaggia di Camerota nuove tartarughine hanno raggiunto il mare. Dal nido di Camerota, tra la serata e la notte appena trascorsa, sono nate altre 34 tartarughine che sommate alle altre raggiungono un totale di 74. 

  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
«Una conferma che le tartarughe Caretta caretta amano nidificare nel Cilento e scelgono le località delle 5 Vele premiate da Legambiente. In questa estate 2016 c’è stato un piccolo record di nidificazioni: fino ad ora sono sei i nidi di tartarughe marine che abbiamo stimato sui lidi delle località premiate da Legambiente con le cinque vele del Il mare più bello – Guida Blu 2016” tra Acciaroli, frazione del comune di Pollica e Marina di Camerota», dice Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania. «Le nidificazioni nel Cilento – aggiunge – ci indicano quale deve essere il futuro di queste coste: la strada da seguire è la difesa della biodiversità,la tutela del territorio, uno sviluppo sostenibile che si basa su valorizzazione delle risorse naturalistiche e sulla promozione culturale. Un percorso questo inconciliabile con le grandi opere o con un turismo che sceglie il cemento».


«La nidificazione della tartaruga marina sulle spiagge cilentane e in generale sulle tante spiagge italiane – prosegue Buonomo – rappresenta un evento di grande valore scientifico e conservazionistico. Il numero dei nidi stimati quest’estate sono un segnale importante che fa ben sperare per il futuro. Per questo è importante puntare su progetti di salvaguardia e di tutela di questa specie, a rischio estinzione, incentivare un turismo sostenibile e rispettoso dell’ambiente, e al tempo stesso promuovere a livello territoriale iniziative di informazione e sensibilizzazione coinvolgendo le associazioni, le comunità locali, le amministrazioni e i pescatori».

Le foto e il video dalla pagina Facebook Nidi Tartarughe Marine in Campania