Giovane cilentana tenta il suicidio gettandosi in mare: salvata dalla polizia

Agenti della polizia di Stato, appartenenti alla sezione volanti della Questura di Salerno, sono intervenuti in varie zone del lungomare cittadino di Salerno, a seguito della segnalazione pervenuta al numero unico di emergenza 112 di una giovane donna che aveva manifestato l’intenzione di suicidarsi gettandosi in mare.
E’ stato il fidanzato della ragazza ad allertare la polizia di Stato, in quanto aveva ricevuto poco prima una foto, scattata e inviatagli da quest’ultima, che la ritraeva su una scogliera di Salerno, in una località imprecisata, manifestando l’intenzione di gettarsi in mare dopo aver ingerito dei farmaci. Due volanti della polizia hanno immediatamente iniziato le ricerche della ragazza, nelle zone potenzialmente compatibili con il luogo descritto, e sono riusciti ad individuarla, sebbene parzialmente occultata, trovandola distesa tra gli scogli presso il molo Masuccio di Piazza della Concordia.

La giovane, identificata per una ventisettenne residente in provincia di Salerno, è stata subito soccorsa dagli agenti che le hanno prestato le prime cure, dato che la ragazza aveva ingerito numerose compresse di diversi farmaci. Il tempestivo intervento degli agenti della Polizia di Stato, in questo caso, ha salvato la vita alla giovane donna, trasportata poi d’urgenza presso l’Ospedale di San Leonardo.