Tartaruga Caretta caretta nidifica a Palinuro, Fare Verde Cilento denuncia: «Troppi rumori»

Infante viaggi

Le tartarughe marine tornano a nidificare nel Cilento. Ad un anno di distanza dal nido di Ogliastro marina, una Caretta caretta, specie in grave pericolo d’estinzione, ha deposto il suo carico di uova sulla spiaggia delle Saline di Palinuro, «nell’unico pezzo di spiaggia libera rimasta – tuona Fare Verde Cilento –  tra lidi privati delle Saline comune di Centola Palinuro, sito di importanza comunitaria nel Parco nazionale». In pratica, nella notte tra il 16 e 17 luglio, un animatore di un hotel della zona ha notato la tartaruga risalire la spiaggia e iniziare a deporre le sue uova. Il giovane ha allertato immediatamente la guardia Costiera del posto che si è attivata per mettere in sucurezza il nido e seguire l’animale durante l’evento.

Palinuro, tartaruga depone le uova sulla spiaggia

  • assicurazioni assitur

Secondo l’associazione ambientalista Fare Verde Cilento «la tartaruga è estremamente sensibile nell’atto di nidificazione a urla, rumori, luci, disturbi di ogni genere. Ebbene l’esemplare protetto è stato “accompagnato” per tutta la operazione naturale da forti disturbi provenienti da persone presenti sul luogo». Ecco perché è stato inviato un esposto alla Procura di Vallo della Lucania per probabile violazione del Dpr 5 giu. 1995 e legge quadro 394 del 1991 che – spiega Fare Verde – «vietano esplicitamente “l’uccisione, la cattura, il disturbo della fauna selvatica” nel Parco nazionale del Cilento».

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur