Santa Marina, Comune dispone sopralluoghi in ex Comunità montana Bussento

Infante viaggi

Sono stati effettuati dall’ufficio tecnico del Comune di Santa Marina i sopralluoghi, disposti dalla Giunta al fine di verificare lo stato delle strutture presso i beni immobili dell’ex Comunità montana del Bussento, ora beni Comunali. Le ispezioni hanno rilevato, nelle aree del capannone ex itticoltura e del Cescom, l’evidente stato di degrado e di abbandono in cui versano le aree.

In particolare il sopralluogo di sabato 21 settembre, presso lo stabile dell’itticoltura, ha rivelato la presenza di amianto nel rivestimento del fabbricato. Ora il Comune di Santa Marina provvederà in maniera tempestiva alla bonifica dell’area. Vista la pericolosità per la salute delle persone, la zona sarà delimitata e sarà impedito l’accesso a persone non addette ai lavori. Anche l’area che interessa l’ex struttura del Cescom dovrà essere risanata per la presenza di rifiuti sparsi di ogni genere, rifiuti provenienti da demolizioni, infissi dismessi, materassi e sterpaglie. 

  • Vea ricambi Bellizzi

«È inammissibile che le strutture, oggetto delle ispezioni versino in un tale stato di degrado – dichiara il presidente del consiglio comunale Giovanni Fortunato – ed è grave che gli operai della Comunità montana, siano stati mandati a lavorare in un fabbricato pericoloso per la salute come quello dell’itticoltura, a causa della presenza di amianto materiale notoriamente nocivo. Come Comune e proprietario delle strutture, ci riserveremo di denunciare alle autorità competenti eventuali responsabili circa abusi edilizi e inquinamento ambientale».   
 

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur