Asd Atletico Pisciotta – Cicerale, forti contestazioni nei confronti dell’arbitro | VIDEO – FOTO

Infante viaggi

Nel corso del match di seconda categoria girone M tra Pisciotta e Cicerale, ed in particolare nel secondo tempo, ci sono state forti contestazioni da parte dei tifosi di casa nei confronti del direttore di gara, «reo» di aver arbitrato a senso unico nei confronti degli ospiti. Ma andiamo per gradi. | ECCO IL VIDEO

  • assicurazioni assitur

La partita. L’incontro, di cui dobbiamo tener conto, è stato piacevole ed intenso. Due squadre ottime si sono affrontate a viso aperto e non hanno fatto mancare giocate di qualità,  ma anche errori. Si parte subito forte e al 3′, su calcio d’angolo battuto da sinistra, i padroni di casa passano subito in vantaggio, a causa di un autogol abbastanza clamoroso. A quel punto il Pisciotta, trovandosi in vantaggio inaspettatamente, sembra controllare l’incontro, ma è solo una illusione. Al 14 esimo minuto, su un cross apparentemente innocuo dalla destra, l’estremo difensore dei verdi, regala la palla al centrale difensivo del Cicerale, che stupito da tanta bontà, insacca facilmente. 1-1 e palla al centro. Il Pisciotta cerca di scuotersi, ma gli ospiti mantengono bene il centrocampo e sfiorano il goal su punizione dai 25 metri che prende in pieno la traversa. Gli uomini di casa però non mollano mai la presa, e hanno numerose occasioni, prima fra tutte una traversa presa in contropiede e una clamorosa occasione dell’attaccante a tu per tu col portiere, ben disinnescare dall’estremo difensore. Si va negli spogliatoi e per quanto visto il risultato sembra giusto, ma è proprio 10 minuti prima dell’intervallo che inizia a serpeggiare il malumore tra i tifosi casalinghi. Tre almeno i fuorigioco dubbi sbandierati contro gli uomini di Scarpati uniti ad altri episodi di non facile lettura. 

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur

Secondo tempo. Nei primi minuti della ripresa, la partita è dominata da un tatticismo a tratti ingiustificato, ma dopo 17 minuti, la prima puntata del Pisciotta pesca in profondità il suo compagno che davanti al portiere ha la freddezza di superarlo e depositare in rete. Vantaggio del Pisciotta dunque, ma non c’è il tempo per gioire. Al 19 esimo minuto infatti, il terzino destro dei verdi, già ammonito nel primo tempo, viene espulso per un fallo di mano che dalle tribune sembrava dubbio. Pisciotta in 10 quindi, e malcontento dei tifosi che si palesa sempre di più. Al 25 esimo minuto ecco materializzarsi l’incubo per i pisciottani: clamoroso errore in disimpegno in area e perfetto diagonale del centrocampista del Cicerale che insacca il 2-2. Al 28 esimo minuto, dopo un fischio a favore degli ospiti, i tifosi ne hanno abbastanza e contestano pesantemente l’arbitro, che perde un po la partita di mano. Il match prosegue nervosamente fino al 34 esimo quando l’attaccante del Cicerale pesca il jolly da 20 metri e ferma il punteggio sul 2-3. A nulla serve l’assalto finale del Pisciotta che vede dunque vincere il Cicerale e lo osserva allontanarsi in classifica. La squadra della “terra dei ceci” adesso sale a quota 26 punti, mentre il Pisciotta rimane fermo a 20.

 Parole a caldo dei tifosi. Una volta finita la partita, a ciel sereno esplode la contestazione dei tifosi di casa che si accalcano a ridosso delle reti divisorie, tra campo e tribuna, ed insultano pesantemente il direttore di gara. «Inadeguato persino per la seconda categoria», le parole di un giovane tifoso del Pisciotta. «Abbiamo sbagliato sui goal, questo è palese, ma l’arbitro ha rovinato la partita. L’espulsione non esiste, e poi tutti quei fuorigioco e quei falli non fischiati…» Chiamiamo in causa anche un tifoso degli ospiti che dichiara: «Non si può andare a finire così per una partita di pallone. A prescindere dall’operato dell’arbitro…»  Non è stato possibile raccogliere dichiarazioni dei giocatori e dei dirigenti delle società. 

©Riproduzione riservata