Abusi edilizi nel Parco del Cilento, scattano sequestri e denuncia

E’ ritenuto responsabile di aver commesso abusi edilizi nel Comune di Pisciotta, in area protetta del Parco nazionale del Cilento, il proprietario della struttura sequestrata dagli uomini del Corpo forestale dello Stato, poi denunciato all’autorità giudiziaria. L’attività svolta dal comando della stazione forestale di Pisciotta ha consentito di rilevare la presenza di strutture abusive nel perimetro del Parco nazionale, in un’area sottoposta a vincolo idrogeologico, inserita nella zona D del piano Parco e anche soggetta a vincolo sismico.

Le indagini Dalle indagini sul posto, in località Catiello a Pisciotta, le giubbe verdi hanno scoperto che il manufatto agricolo regolarmente autorizzato con permesso a costruire era stato strutturalmente modificato, senza i permessi necessari. In pratica erano state realizzate ex novo un piano seminterrato, un portico al piano seminterrato, una scala interna, un nuovo solaio terrazzo e altro al di sotto dell’area di sedile del fabbricato. Secondo quanto rilevato dai Forestali le opere sarebbero state realizzate senza gli atti amministrativi necessari, i titoli abilitativi e i nulla osta degli enti preposti alla salvaguardia del territorio, e per questo «abusivi». Il proprietario è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, dovrà rispondere di violazione in materia urbanistico edilizia. 

©Riproduzione riservata