Parco del Cilento, degrado e spazzatura vicino la cappella del Santo: cittadini indignati

E’ successo ad Orria. Vicino la cappella di Santa Domenica sono stati ritrovati cumuli di immondizia, in particolare plastica e vetro. Come se non bastasse è stato anche acceso del fuoco, probabilmente per un falò. Il posto, situato in pieno Parco nazionale del Cilento, era stato da poco ripulito e riqualificato dai ragazzi del comitato festa «San Felice», i quali, attraverso un’opera di volntariato, si erano impegnati nel rendere perfettamente agibile e presentabile la zona. Fino a poco tempo fa, infatti, l’ambiente attorno alla cappella appariva malmesso e trascurato. I ragazzi del comitato l’avevano fatto risorgere rimuovendo tutta l’erba di troppo, ristrutturando le scale che portano alla cappella e aggiustando l’impianto luci, ormai fuori uso da anni. Un gesto di solidarietà nei confronti della popolazione, che vede dietro circa un mese di lavoro, ora rovinato dall’inciviltà di qualcuno. Forte è l’indignazione degli abitanti, poichè oltre a ritenerlo un gesto orrendo dal punto di vista religioso, lo ritengono altrettanto incivile e barbaro dal punto di vista ambientale. 

©Riproduzione riservata