Terremoto tra Lazio e Marche, dal basso Cilento volontari pronti a partire

Infante viaggi

Si aspetta soltanto la disposizione finale, poi la partenza. Volontari del gruppo di protezione civile Lucano pronti a raggiungere i paesi dell’Italia centrale colpiti dal tragico sisma della scorsa notte. Il presidente della Regione Basilicata ha già mobilitato la macchina della Protezione Civile della Basilicata, della quale fanno parte le sezioni del basso Cilento e golfo di Policastro. Alcune da questa mattina sono pronte a partire per raggiungere i luoghi indicati dalla sala di regia dei soccorsi predisposta a livello nazionale. Anche la Protezione Civile della Regione Campania ha immediatamente dato la propria disponibilità ad intervenire per supportare le operazioni di soccorso delle popolazioni colpite dal terremoto. «Invierà unità cinofile ed è disponibile ad attivare in tempi rapidi un campo base per l’accoglienza di 500 persone, attrezzato con una cucina da campo, con tecnici esperti nella valutazione della sicurezza degli edifici. – spiegano con una nota – Inoltre la Campania ha dato la disponibilità immediata di un elicottero del 118 e di posti letto per politraumatizzati». Intanto arriva anche l’appello ad aderire alla campagna straordinaria di raccolta del sangue. 

Il sisma Nella notte tra martedì e mercoledì, alle 3.36, un forte sisma di magnitudo 6,0 ha devastato l’area fra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo, provocando morti e feriti L’epicentro è nei pressi di Accumoli, in provincia di Rieti, nel Lazio. E’ qui e nella vicina Amatrice si registrano i danni più gravi: il centro di Amatrice è polverizzato. Si contano fino ad ora, secondo i dati della Protezione civile, sindaci e Ansa, almeno 63 morti.

  • Vea ricambi Bellizzi

La Protezione civile ricorda che sono attivi i seguenti numeri verdi: contact center della Protezione civile nazionale: 800840840; sala operativa della protezione civile Lazio: 803 555.

©Riproduzione riservata 

  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro