Aggredito in auto mentre fa sesso con una prostituta: paura per un 53enne del Cilento

Un’aggressione su cui i carabinieri vogliono vederci chiaro. Un 53enne originario del Cilento, che si era appartato con una prostituta nella sua auto, è stato minacciato con una pistola da una banda e costretto a consegnare la macchina. Il fatto è avvenuto sabato sera sul litorale a sud di Salerno, lungo la strada provinciale Aversana, nel tratto ricadente nel territorio di Pontecagnano Faiano. Lo riferisce Il mattino in un articolo sul sito. Secondo quanto raccontato dal giornalista l’uomo si trovava all’interno della sua vettura, una Fiat Punto, quando è stato assalito da due individui armati di pistola.

L’impossibilità di opporre resistenza ha permesso ai malviventi di avere gioco facile e di portare a termine il colpo in breve tempo con il furto dei soldi e dell’automobile della vittima. I due si sono dileguati in pochissimi secondi, facendo perdere le loro tracce. Per il 53enne nessuna conseguenza fisica e tanta paura per quanto accaduto. Ad occuparsi del caso i carabinieri della compagnia di Battipaglia, che stanno provando a risalire ai responsabili della rapina. L’episodio, che è solo l’ultimo di una lunga serie, richiama alla mente tanti altri episodi. Uno recente in via Magellano, area interna del litorale di Pontecagnano Faiano, quando un giovane di 23 anni di Agropoli, pure lui con una passeggiatrice, è stato aggredito a colpi d’ascia per soli 20 euro. 

©Riproduzione riservata