Sala Consilina riavrà una stazione ferroviaria se Montezemolo vorrà

Recentemente si è avuta notizia che il tratto ferroviario Sicignano – Lagonegro non rientra nei piani di finanziamento da parte del ministero dei Trasporti e il sogno di rivedere la stazione di Sala Consilina finalmente riaperta al pubblico sembra oramai svanire o comunque molto difficile da realizzare.
Ma se nulla è impossibile, anche in questo caso si potrebbe quanto meno sperare, grazie alla nuova società privata che farà concorrenza a Trenitalia, la NTV.
Massimo, un membro del gruppo FB Ripristiniamo la Ferrovia Sicignano degli alburni – Lagonegro ha posto delle domande specifiche alla società di Montezemolo chiedendo se rientra nei loro interessi l’eventuale riapertura del tratto Sicignano – Lagonegro.
Ecco la risposta:

Gentile Massimo ,Italo la ringrazia per l’interesse mostrato verso la nostra azienda e per il suo prezioso suggerimento che valuteremo con grande attenzione.
La informiamo che italo, il treno di NTV, al momento opererà solamente sulle linee ad alta velocità del territorio nazionale, in quanto sono le uniche tratte del trasporto ferroviario italiano ad essere state liberalizzate. Qualora il trasporto regionale verrà liberalizzato, italo sarà pronto ad affrontare questa nuova sfida.

Non è dunque impossibile l’ipotesi di rivedere un giorno un treno passare e fermarsi a Sala Consilina, ma i tempi sono biblici.

ARTICOLI CORRELATI:

In arrivo 240 milioni di euro per la SA/RC. La Sicignano-Lagonegro non esiste più per nessuno, addio alla riapertura della stazione di Sala Consilina

La stazione di Sala Consilina perde l’ultimo “treno” utile per la riapertura. Il tratto Sicignano – Lagonegro neanche menzionato con il ministro Passera ma Il web chiede di trasformarla in metropolitana

Le ferrovie snobbano Sala Consilina ma a tutt’oggi la linea non risulta ufficialmente soppressa

Riproduzione riservata ©