All’Unione dei Comuni Alto Cilento si aggiunge anche Cicerale

Il comune di Cicerale è entrato ufficialmente a far parte dell’Unione dei Comuni Alto Cilento. A sancirlo, lo scorso 19 agosto, il consiglio generale dell’Unione, i cui componenti hanno votato positivamente, all’unanimità, l’ingresso dell’ente cilentano. L’ente Unionale ad oggi conta otto comuni. In particolare: Agropoli con 20.638 abitanti e 32,5 kmq. di superficie; Laureana Cilento 1.106 abitanti e 13,69 kmq.; Lustra Cilento 1.105 abitanti e  15,2 kmq.; Prignano Cilento 1.053 abitanti e 11,94 kmq. Rutino 912 abitanti e 9,64 kmq.; Torchiara 1601 abitanti e 8,32 kmq.; Perdifumo 1802 abitanti e  23,67 kmq.; Cicerale 1240 abitanti e 41,37 kmq.. Convalidata, nella stessa data, la nomina dei nuovi rappresentanti in seno al consiglio generale dell’Unione dei Comuni Alto Cilento dei Comuni di Torchiara e Laureana Cilento. Si tratta dei consiglieri Antonio Pecora e Francesco Marino per il Comune di Laureana Cilento e di Alessandro Abate e Giuseppe Oricchio per il Comune di Torchiara.  Entrano di diritto nel consiglio generale dell’Unione anche Angelo Serra e Massimo Farro, sindaci rispettivamente dei Comuni di Laureana Cilento e Torchiara, a seguito del risultato delle elezioni comunali del 25 maggio scorso. L’Unione dei Comuni “Alto Cilento” è nata con lo scopo di gestire e migliorare la qualità dei servizi erogati e delle funzioni svolte, di ottimizzare le risorse economico/finanziarie, umane e strumentali, mediante l’esercizio di funzioni e servizi in forma unificata. Nello Statuto Unionale è previsto che ogni Comune aderente, indipendentemente dalla consistenza della popolazione residente, è rappresentato nel consiglio dell’Unione dal sindaco, membro di diritto e da due consiglieri comunali, di cui uno riservato alla minoranza consiliare.