Degrado area ex Comunità montana Bussento, Fortunato: «Messa a repentaglio salute operai»

Infante viaggi

«La situazione nelle aree dell’ex itticoltura è grave, peggiore è l’atteggiamento dei dirigenti dell’ex Comunità montana del Bussento, oggi Comunità montana Bussento, Lambro e Mingardo, che non si rendono conto della complessità delle circostanza e, invece di preoccuparsi dei danni creati alle persone e all’ambiente, continuano a rivendicare il possesso di strutture che non gli appartengono». Così dichiara Giovanni Fortunato in merito alla stato di degrado in cui versano i beni immobili acquisiti dal Comune di Santa Marina.

  • Vea ricambi Bellizzi

«È stata messa a repentaglio sia la salute degli operai che hanno prestato quotidianamente servizio in un’area contenete amianto sia la salute dei cittadini, che ignari si sono trovati a contatto con questo materiale altamente nocivo. È  vergognoso – continua Fortunato – che strutture pubbliche vengono  lasciate al degrado e all’abbandono, questo non rappresenta solo uno sperpero di denaro, ma soprattutto  un danno per la salute di tutti e del territorio. È arrivato il momento che i responsabili paghino i danni causati fino all’ultimo centesimo. Come consigliere provinciale, regionale e presidente della Commissione Ambiente, mi riserverò di avviare un’interrogazione consiliare per individuare i responsabili dei  danni creati all’ambiente e verificare le incombenze civili, penali e ambientali».

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur