Al via il trofeo della Costiera cilentana, prima edizione del campionato per barche a vela latina

«Il Cilento un territorio vasto che, partendo dai monti, si tuffa nel mare passando attraverso vallate, boschi, coste, siti archeologici, frutteti, allevamenti – ha scritto Marcello Gelardini su Repubblica – . Una microregione ricca di arte, cultura, natura e sapori che regala sensazioni uniche e diverse tra loro. Una perla rara del nostro Paese che, però, quasi mai occupa le prime pagine, di cui difficilmente si lodano le eccellenze e che per questo deve essere ancora scoperta fino in fondo». Questa è la cornice ed il principio ispiratore del trofeo della Costiera cilentana, prima edizione di un campionato per barche a vela latina, organizzato da quattro circoli della Costiera cilentana e che si svolge tra Punta Licosa e Capo Palinuro, da Acciaroli a Palinuro, passando per Casal Velino e Pisciotta. La vela latina é una delle piú antiche tipologie di vele, utilizzate fin dai tempi piú antichi come motore per le imbarcazioni tradizionali in legno, utilizzate per il trasporto e per il lavoro. I principi dello sfruttamento del vento sono semplici e quasi naturali per l’uomo, ma l’armo a vela latina richiede una particolare perizia che ben conoscono gli equipaggi provenienti dalle varie località della Campania, Sicilia, Liguria e Toscana, che si contendono la vittoria finale.

Il prossimo fine settimana, 27 e 28 settembre,  si terrà proprio a Palinuro l’ultima serie di regate del campionato: il trofeo ‘Le vele di Molpè’ dedicato alla leggendaria sirena del Capo Palinuro.
In questa occasione verrà assegnato il Trofeo della Costiera cilentana alla imbarcazione prima classificata tra quelle che hanno partecipato al: trofeo del Pellicano (circolo velico Lazzarulo, Acciaroli), trofeo torre di Casal Velino (circolo nautico Casal Velino), trofeo tre torri (circolo nautico Portosalvo, Pisciotta) ed infine, trofeo le vele di Molpè (circolo Palinurus, Palinuro). La regata, si svolgerà sulle acque antistanti il porto di Palinuro, nel quale i gozzi a vela latina verranno ormeggiati; le regole di regata sono quelle internazionali dell’Isaf e della Vela Latina e si correrà sotto l’egida della Federazione Italiana Vela.