Rischio idrogeologico a Pisciotta: la Pro loco chiede al Comune il piano di emergenza

Infante viaggi

Il maltempo che ha colpito il Cilento e il Vallo di Diano nell’ultimo fine settimana ha dato riprova come il territorio sia a forte rischio idrogeologico. All’interno dei comuni cilentani inizia ad essere sempre più necessario un piano di emergenza e un’informazione che coinvolga i cittadini per la migliore riuscita di un’eventuale evacuazione.

In merito a questi dubbi molti cittadini del comune di Pisciotta si sono rivolti alla Pro loco di Pisciotta per chiedere in merito al piano di emergenza. La Pro loco, giovedì 21 novembre, in seguito a ciò che è successo in Sardegna e prima dell’allerta meteo nel Cilento, ha inviato una missiva al Comune di Pisciotta in cui si richiedevano notizie in merito al piano di emergenza:

«A seguito dei recenti eventi che hanno interessato la Sardegna – si legge nella misssiva –, numerosi cittadini di Pisciotta ci hanno chiesto informazioni sulle misure adottate dal Comune di Pisciotta in caso di calamità».

  • Vea ricambi Bellizzi

«La legge n.100 del 12 luglio 2012 prevede che entro 90 giorni dalla costituzione della Protezione civile nell’ambito territoriale, i comuni devono dotarsi di un piano di emergenza. Chiediamo pertanto di portare a conoscenza la cittadinanza del piano di emergenza adottato dal Comune di Pisicotta» conclude la lettera.

La Pro loco di Pisciotta attende una risposta in merito: «Il Comune non ha risposto alle nostre richieste – dichiara il presidente della Pro loco di Pisciotta, Nerino Cristiano –. Per avere delucidazioni a riguardo martedì sarà a Napoli per parlare con il responsabile della Protezione civile».

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi