Cinquanta milioni di euro dalla Regione per la metanizzazione nel Cilento

«Un altro importante traguardo è stato raggiunto per la realizzazione della tanto agognata metanizzazione del Cilento. Ieri al Mise, alla presenza del Sottosegretario allo Sviluppo Economico la senatrice Simona Vicari, del presidente Stefano Caldoro e dell’assessore Giovanni Romano della Regione Campania, sono state illustrate le linee guida della delibera Cipe sulla metanizzazione del Meridione». Lo rende noto in un comunicato stampa il sindaco di Vallo della Lucania, Toni Aloia. «In tale occasione, alla presenza di numerosi sindaci del Cilento, il presidente Caldoro ha comunicato – continua il primo cittadino – che la Regione Campania impegnerà per la realizzazione di questa importante opera strategica 50 milioni di euro, che si aggiungono alla quota del fondo coesione e sviluppo, che è pari a 140 milioni di euro per il periodo 2014-2020. Nel primo pomeriggio, prima della riunione istituzionale, insieme ai consiglieri Celestino Sansone e Mauro D’Amato abbiamo incontrato i dirigenti del Mise il dottor Terlizzese e Caligione, a cui abbiamo chiesto con forza e determinazione, che nelle linee guida fosse inserita tra i criteri prioritari di scelta dei comuni da finanziare il rispetto della Legge 394 del 1991». La richiesta di Aloia e dei vertici della Regione è stata accettata «dopo un lungo confronto, dagli amministratori del Mise, e condivisa dal sottosegretario Simona Vicari». Proprio il sottosegretario ha dichiarato: «Il Mezzogiorno non ha più ricevuto fondi dal 2004. Quest’accordo rappresenta un grande traguardo in modo particolare per il Cilento il quale, grazie alle somme stanziate e al cofinanziamento regionale, vede finalmente una soluzione al problema della metanizzazione». 

©Riproduzione riservata