Terremoto nel mare del Cilento a poca distanza dal Marsili

La terra continua a tremare nel sud Italia e in particolare nel Cilento. Dopo lo sciame sismico del 22 e del 23 gennaio, con due terremoti di magnitudo 3.7 nel Cilento, una nuova scossa di terremoto di magnitudo 3,1 gradi è stata registrata questa notte, 26 gennaio, alle ore 2.25 italiane nel mar Tirreno di fronte alle coste cilentane.

Il sisma è stato localizzato dalla Rete sismica nazionale dell’Ingv nel distretto sismico Tirreno meridionale B. La scossa di magnitudo 3.1 gradi è stata registrata ad una profondità di 300 km, nelle vicinanze dei vulcani sottomarini Marsili e Palinuro.

Non è stato l’unico sisma che ha coinvolto il mar Mediterraneo, quest’oggi, 26 gennaio, intorno alle ore 14.55, una scossa sismica di magnitudo 6.3 ha interessato l’isola greca di Cefalonia, sisma che è stato avvertito anche nel Sud Italia e in particolare anche dal sismografo di Maratea che ha registrato (in galleria) un’accentuata attività sismica in concomitanza con il terremoto della Grecia.

©Riproduzione riservata