Liberato Kamaraton, il falco pellegrino ritrovato dai bagnanti (Il video)

Lieto fine per il falco pellegrino ritrovato dai bagnati a Marina di Camerota il 20 maggio scorso. Nel tardo pomeriggio di lunedì 25 giugno è stato liberato Kamaroton, così fu battezzato dai bagnanti, il falco pellegrino poi consegnato dai carabinieri di Camerota al Centro recupero animali selvatici di Sessa Cilento. Il falco pellegrino, visitato dal responsabile sanitario del centro, il veterinario Yasmine Accardo, era inabile al volo e non era in grado di procurarsi il cibo da solo. “Il falco presentava ancora il piumino tipico dei giovani – spiega Accardo -. Il falco ha vissuto per un mese all’interno delle voliere del Cras del parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, dove ha imparato a volare e a predare, quindi pronto per ritornare in libertà”.

Prima della liberazione il falco è stato dotato di un anello identificativo da parte dell’inanellatore Alessio Usai.

“In questo primo anno di attività – continua Accardo – sono arrivati al centro circa 80 animale, nella quasi totalità dei casi si è trattato di volatili. Tra i primi ospiti una tartaruga azzannatrice”.

“Bisogna ricordare – precisa il responsabile sanitario del Cras -che il centro accoglie tutta la fauna selvatica in difficoltà del PNCVD. Se si ritrova una animale ferito è possibile contattare la stazione di comando del corpo forestale di competenza oppure direttamente gli operatori del centro i cui recapiti sono disponibili sul sito del comune di Sessa Cilento”.

Il Video: