• Home
  • Politica
  • Tagli del 52% per il Piano di Zona S7. Il sindaco Maurano contesta la ripartizione delle risorse

Tagli del 52% per il Piano di Zona S7. Il sindaco Maurano contesta la ripartizione delle risorse

di Maria Antonia Coppola

Riceviamo e integralmente pubblichiamo lettera alla Regione avverso ripartizione fondi II e III annualità Piano Sociale Regionale:

Con DGR n. 915 del 17/12/2010 e successivo D.D. n 774 del 21/12/2010, la Regione Campania ha programmato e ripartito a favore di ciascun Ambito Territoriale le risorse FSR per gli anni 2010 e 2011 da utilizzare per la II^ e III^ annualità dei Piani di Zona, in applicazione del 1° Piano Sociale Regionale, assegnando a questo Ambito Territoriale SA/7  il complessivo importo di  €. 1.218.629,36.
Dalla verifica comparativa con le medesime risorse assegnate per la 1^ annualità del PSR, anno 2009, pari ad  € 2.493.091,00, è emersa una riduzione di complessivi  €. 1.274.461,64, ossia del 52,20%  per ciascuna delle annualità considerate.
Tale drastica decurtazione di fondi comporterà, inevitabilmente, l’impossibilità di garantire la continuità dei servizi in essere in favore delle “fasce deboli” del territorio dell’Ambito. Infatti, da una sommaria proiezione iniziale, considerando anche la quota di compartecipazione dei Comuni aderenti, invariata, risulta evidente che per le annualità II^ e III^ del 1° PSR non potranno essere assicurati che pochi servizi
( n.8), di sicuro insufficienti rispetto ai bisogni delle dette fasce,   tra l’altro obbligatori in relazione  agli impegni già assunti da questo Ambito, a fronte di n. 29  servizi messi in campo, con soddisfacenti risultati, per la 1^ annualità del  1° PSR, tutti necessari per far fronte ai molteplici bisogni rilevati in tutto l’Ambito.
Ne consegue, pertanto, che risulta impossibile procedere alla concertazione, programmazione ed attuazione dei prossimi  due piani di zona stante anche l’ impossibilità di gravare ulteriormente sui bilanci dei Comuni dell’Ambito i quali, già con sacrificio, hanno sopportato le quote di compartecipazione definite per le precedenti annualità.
Data tale insostenibile situazione si richiede che la Regione Campania riveda- nell’immediato- la suddivisione delle risorse assegnate agli Ambiti, per le suddette annualità, tenendo conto di percentuali di ripartizione più eque  per l’assegnazione dei fondi  relativamente alla “popolazione” ed alla “ superficie” degli Ambiti medesimi.
Si invitano, nel contempo, la Provincia di Salerno, nelle persone del Presidente e dell’Assessore  alle Politiche Sociali,  tutti i Sindaci dei Comuni aderenti all’Ambito Territoriale Salerno/7, ad intraprendere ogni iniziativa ed attivare ogni azione, idonee ed opportune, per ripristinare le necessarie condizioni per un’ adeguata e civile erogazione dei servizi sociali essenziali – di cui alla Legge 328/2000 e L.R. n. 11/2007- a favore delle fasce deboli della popolazione residente nei territori di questo e di altri Ambiti territoriali, fortemente penalizzati e paralizzati dal riparto delle risorse di cui ai sopra richiamati  DGR n. 915 del 17/12/2010 e successivo D.D. n 774 del 21/12/2010.
 Se per la Costituzione Italiana tutti i cittadini sono uguali, con pari doveri, così devono poter godere di uguali  diritti in qualsiasi Comune o territorio risiedano.

Il Sindaco del Comune di Castellabate
Capofila dell’Ambito Territoriale SA/7
– Prof. Costabile Maurano –
                                                                                         

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019