Sapri, cagnolina picchiata e abbandonata dopo il parto: «Terribile gesto di crudeltà»

Infante viaggi

Picchiata dopo il parto e abbandonata per strada in balia del proprio destino. E’ accaduto nei giorni scorsi a Sapri, nel golfo di Policastro. A soccorrerla una cittadina del posto che si è messa subito in contatto con la sede Enpa di Salerno. La cagnolina ha riportato forti segni di maltrattamento su tutto il corpo oltre alla fuoriuscita dell’occhio sinistro e la rottura di un femore. Secondo i volontari aveva partorito da pochissimi giorni.

I volontari dell’Enpa hanno deciso di chiamarla Artemide. «L’abbiamo chiamata così – ha dichiarato Manuela Zambrano, commissario straordinario dell’Enpa di Salerno – come la dea che proteggeva le donne durante il parto, giacché è straordinario che lei e i suoi sei cuccioli abbiano potuto sopravvivere a quanto accaduto. E’ davvero terrificante – ha aggiunto – la crudeltà di chi ha potuto fare un gesto simile: picchiare un cane che aveva appena partorito, di taglia piccola, denutrito e spaventato, fino a causargli tali danni».

Tante le segnalazioni nel Cilento. Secondo l’ente, casi del genere avvengono con una certa frequenza nel territorio cilentano. «In queste zone – accusano i volontari – la tutela e il rispetto degli animali sembra non esistere. Maltrattamenti, sevizie e avvelenamenti sarebbero all’ordine del giorno». L’ultima balzata alle cronache è quella del ritrovamento di un cane legato e buttato in mare. Poi ritrovato su una spiaggia di Agropoli. Ma non è un caso isolato.

  • assicurazioni assitur

Campagna di sensibilizzazione. Per questo la protezione animali di Salerno ha avviato una campagna di sensibilizzazione nei confronti della tutela degli animali. «Ci aspettiamo – continua la Zambrano riferendosi ai sindaci del Cilento e Vallo di Diano – che diano soprattutto loro delle soluzioni al grave problema del randagismo. Purtroppo non riceviamo l’attenzione di cui avremmo bisogno per intervenire fattivamente e concretamente alla risoluzione del problema».

©Riproduzione riservata

Foto ©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro