Palinuro, le promette di sposarla ma la costringe a chiedere l’elemosina

Infante viaggi

Le aveva promesso che l’avrebbe sposata. Invece l’ha costretta a fare l’elemosina per le vie di Palinuro. Fortunatamente l’incubo è finito nel corso della nottata quando i carabinieri hanno arrestato N.N., cittadino rumeno di 53 anni.  

Tutto ha inizio circa dieci giorni fa quando F.S., 47enne rumena, viene contattata da un suo connazionale che le promette di sposarla non appena la donna avesse raggiunto l’Italia. Ma una volta approdata a Palinuro, la malcapitata si è ben presto accorta che le cose non sarebbero andate come pattuito. Infatti l’uomo ha iniziato a vessare ed assoggettare, anche psicologicamente, F.S., togliendole tutti i suoi averi, il cellulare e i documenti e costringendola a mendicare per le strade della piccola cittadina costiera. Poi, ogni sera, tutti i soldi andavano nelle mani dell’aguzzino, non dopo averla minacciata.  

  • assicurazioni assitur

La scorsa notte l’epilogo. La donna, all’ennesima angheria dell’uomo, è fuggita chiedendo aiuto ad un vigile il quale ha prontamente allertato i carabinieri. Giunti sul posto, gli uomini del maresciallo Sanzone coordinati a livello territoriale dal capitano Emanuele Tamorri, comandante della compagnia carabinieri di Sapri dopo aver ascoltato l’agghiacciante racconto della vittima, si sono immediatamente messi sulle tracce dell’uomo che è stato rintracciato poco dopo con addosso i soldi, i documenti ed il cellulare della donna.

N.N. è stato arrestato in flagranza di reato con l’accusa di furto, minaccia e riduzione in schiavitù, su disposizione del pubblico ministero di turno Valeria Palmieri lo stesso è stato tradotto presso il carcere di Vallo della Lucania a disposizione della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania

 

 

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur

©RIPRODUZIONE RISERVATA