• Home
  • Sport
  • Vallo della Lucania: il capitano della Gelbison Sica pronto a riscattare l’errore dal dischetto

Vallo della Lucania: il capitano della Gelbison Sica pronto a riscattare l’errore dal dischetto

di Biagio Cafaro

“Mi dispiace di aver sbagliato il rigore. Mi dispiace per le persone che credono in me, ma mi dispiace ancora di più per chi invece pensa che io abbia mollato e gode di questo momento. Tornerò con il doppio della forza, della grinta e della passione che mi lega a questa squadra”. Francesco Sica, il capitano della Gelbison, è battagliero e si vuole subito riprendere dopo l’errore dagli undici metri di domenica scorsa contro il Palazzolo. Al 93° il capitano si è presentato sul dischetto, ma questa volta a differenza della partita di Marsala dove ha condotto i suoi alla vittoria con una doppietta, non è riuscito a inquadrare la porta e a dare alla Gelbison quella vittoria che avrebbe meritato. Tutto sommato però la squadra di mister Emilio Longo ha dimostrato che può recitare un ruolo di insidiosa outsider nel campionato e può raggiungere al più presto la salvezza. “Sono soddisfatto – ha detto Longo – della prestazione dei miei e del reparto difensivo che ben si è comportato contro uno degli attacchi più forti della categoria”. In effetti dopo quattro partite la porta di Spicuzza è stata bucata una sola volta a Marsala e soprattutto continua l’imbattibilità della compagine cilentana che in quattro partite è riuscita ad ottenere una vittoria e tre pareggi. La fase su cui si soffermeranno di più gli allenamenti settimanali di Longo è sicuramente quella dell’attacco ma “…non posso essere scontento di questi ragazzi – afferma il mister – perché siamo come un bambino che sta crescendo e che muove i primi passi. Se corre cade, invece deve piano piano camminare per acquisire sicurezza. Nello stesso modo se abbiamo rafforzato la fase difensiva non passerà molto tempo per vedere un attacco ancora più incisivo”. La mente però è già rivolta alla difficile trasferta di Cosenza contro una delle squadre che sulla carta è accreditata come la vincitrice del torneo. La gara del “San Vito” però tra il Nuovo Cosenza e la Gelbison è stata posticipata a martedì 4 ottobre, alle ore 20.00, a causa di una manifestazione di atletica leggera che si terrà nel capoluogo calabrese domenica prossima. “Torno da ex in Calabria – dice il centrale difensivo vallese Enrico Braca – e spero di poter ottenere un risultato positivo così da muovere ancora la nostra classifica”. Tra le note positive della scorsa domenica anche la buona la prestazione a centrocampo di Damiano Manzillo che ha ben sostituito l’infortunato Luca Pecora, fermo ai box per altre due settimane, e che dovrebbe essere confermato nell’undici titolare. 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019