Picchia la madre e il nonno, voleva i soldi per la droga

0
11

La storia arriva da Polla, nel Vallo di Diano. Qui i carabinieri della stazione di Petina, coordinati dalla compagnia di Sala Consilina, hanno notificato una misura cautelare ad un 32enne del posto, pregiudicato, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. Sono stati i vicini di casa a segnalare il tutto ai militari che, giunti sul posto, hanno trovato la madre e il nonno, ultraottantenne e invalido, picchiati e minacciati dal giovane. I carabinieri, dalle indagini,  hanno ricostruito continui episodi di crudeltà, sopraffazione ed intimidazione, perpetrati negli ultimi 10 anni dal 32enne nei confronti dei familiari conviventi, quando questi gli negavano i soldi che lo stesso usava per l’acquisto di droghe.

Quello che è emerso dalle investigazioni dei militari e dalle perizie psicologiche, è un’indole bestiale, violenta e vessatoria del giovane che si era appropriato di tutti i risparmi e degli oggetti preziosi della famiglia. Poi le botte alla madre se non trovava il pranzo pronto al suo arrivo a casa,  e costringendo i familiari ad un regime di terrore ed allerta, tant’è che dormivano chiusi nelle rispettive stanze per evitare aggressioni notturne. 

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here