Ecco quanto si spende in Cilento per acquistare una casa al mare

0
12

I valori immobiliari nelle località turistiche di mare segnalano una contrazione dell’1,1%. Le regioni dove c’è una lieve ripresa dei prezzi sono Veneto (+2,7%) e Sicilia (+0,9%). Campania, Basilicata e Molise sono stabili. Tengono comunque l’Emilia Romagna (-0,2%), la Puglia (-0,8%) e la Sardegna (-0,4%). Lo rileva l’Ufficio studi del Gruppo Tecnocasa. Ecco il quadro in alcune delle principali località di mare delle Costiera Cilentana.

Per quanto riguarda il mercato immobiliare della costiera cilentana, nella seconda parte del 2017, segnala un +0,1% di crescita dei prezzi immobiliari. Quotazioni stabili nella seconda parte del 2017 a Castellabate. Il mercato è dinamico e segnala trend significativi. Innanzitutto un crescente interesse per le nuove costruzioni, abbastanza diffuse sul territorio in seguito al recupero di vecchie abitazioni in disuso e di strutture produttive dismesse alle quali è stata cambiata la destinazione d’uso. Il nuovo, in prossimità della fascia mare, si scambia a 3.000 euro al mq.

Il borgo marinaro di Santa Maria piace a chi cerca la seconda casa. Difficile che si trovi un’abitazione fronte mare, più facile trovare quelle a ridosso della fascia mare valutate mediamente 3.000 euro al mq. Alle famiglie con bambini piace la località Lago, tranquilla e con spiagge ampie, dove è possibile acquistare abitazioni semindipendenti con giardino inserite in parchi privati. I prezzi medi del ristrutturato si aggirano intorno a 3.000 euro al mq con punte di 3.500 al mq per le abitazioni con accesso diretto alla spiaggia.

Nella seconda parte del 2017 i valori immobiliari di Palinuro sono stabili. La domanda, in leggera flessione, si sta polarizzando sulle fasce di disponibilità di spesa estreme. Da un lato, chi ha un budget massimo di 120 mila euro da investire in piccoli tagli (famiglie della provincia di Napoli Avellino e Potenza) e dall’altro chi desidera ville di prestigio intorno a 300-350 mila euro (professionisti provenienti da Salerno e Napoli). Chi ha un capitale più contenuto è disposto anche ad allontanarsi diversi chilometri dal mare optando per Centola o Marina di Pisciotta. In quest’ultima località i prezzi sono di 1.500-2.000 euro al mq.

A 15 chilometri da Palinuro si sviluppa Marina di Camerota. I valori immobiliari sono di 2.000-2.500 euro al mq per le tipologie posizionate in centro, con punte di 3.500 euro al mq per le soluzioni ristrutturate e con affaccio esterno, presenti su Lungomare Trieste e sul porto turistico.

In ripresa il mercato nel centro di Agropoli dove si registra una buona domanda di prima casa grazie al migliore accesso al credito. Anche il segmento della seconda casa tiene ed è alimentato da acquirenti provenienti dal napoletano. Questi ultimi investono cifre inferiori a 130 mila euro per bilocali e piccoli trilocali, possibilmente nei pressi del mare.

Il mercato della seconda casa a Capaccio Paestum si concentra soprattutto nelle zone di Laura, Licinella e Torre di Paestum. Ad acquistarle sono prevalentemente persone che arrivano dalla provincia di Napoli a cui questo tratto di costa è ben collegato. Ci sono soprattutto villette a schiera prive di vista mare, dal momento che a separarle da quest’ultimo ci sono la spiaggia e la pineta. Per un buon usato si spendono mediamente 1.200-1.300 euro al mq, per una villetta a schiera si investono 110-120 mila euro.

Prezzi fermi per le località turistiche del Golfo di Policastro. L’offerta di nuove costruzioni è limitata dal momento che i Prg puntano alla salvaguardia del territorio. Sapri è il comune dove si realizzano sia acquisti di prima casa e sia di casa vacanza. Il mercato della prima casa è rallentato, mentre quello della casa vacanza sembra essere in ripresa. Acquirenti residenti nel Cilento e nella provincia di Napoli cercano piccoli trilocali, possibilmente con uno spazio esterno su cui investire intorno a 100-120 mila euro.

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here