Cilento, fabbrica bombe ed esplosivi in casa: arrestato pregiudicato

Un pregiudicato è stato arrestato dai carabinieri, ad Agropoli. È accusato del reato di fabbricazione di esplosivi non riconosciuti. In casa aveva tutto il necessario per fabbricare bombe. Le operazioni dei militari, diretti dal tenente Francesco Manna, che hanno portato all’arresto del ventinovenne ucraino è partita da un’aggressione a un altro pregiudicato di Agropoli, nel primo pomeriggio di ieri. I.G., queste le iniziali, è stato rintracciato, bloccato e sottoposto a perquisizione da parte dei militari dell’Arma. Al termine dei controlli sono stati ritrovati arnesi da scasso, un coltello a serramanico e della sostanza stupefacente. Poi, una volta perquisita la sua abitazione, i carabinieri hanno trovato anche due bottiglie molotov abilmente fabbricate dall’uomo e pronte per essere utilizzate. Il pregiudicato è stato sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità giudiziaria, in attesa del processo per rito direttissimo che ci celebrerà lunedì mattina. Ora gli uomini del comandante Manna vogliono vederci chiaro e capire quale dovesse essere l’utilizzo delle bombe incendiarie che l’ucraino aveva fabbricato.

©Riproduzione riservata