• Home
  • Cronaca
  • Capaccio Paestum, prosegue iter per la messa in sicurezza del fiume Sele

Capaccio Paestum, prosegue iter per la messa in sicurezza del fiume Sele

di Marianna Vallone

Giovedì, nell’ultimo consiglio comunale dell’amministrazione di Capaccio, è stato fatto il punto sulla problematica relativa alla messa in sicurezza degli argini del fiume Sele dopo l’esondazione avvenuta nella notte tra il 21 e il 22 gennaio 2014. Il consiglio, preso atto del lavoro svolto da parte del sindaco Italo Voza finalizzato alla migliore gestione dell’emergenza e alla risoluzione del problema, ha deliberato di dare mandato al primo cittadino di organizzare un incontro pubblico con gli alluvionati, invitando anche il presidente della Regiona Campania Stefano Caldoro, gli assessore regionali all’Ambiente Giovanni Romano, all’Agricoltura Daniela Nugnes e alla Protezione civile Edoardo Cosenza, per arrivare a una conclusione sulle vicende del Sele.

In consiglio è stato deliberato di sollecitare la Regione Campania ad aumentare l’impegno finanziario per gli interventi di somma urgenza e di urgenza svolti dal Consorzio di Bonifica Sinistra Sele di Paestum per il consolidamento della parte di argine rotto, per mettere così in sicurezza abitazioni, allevamenti e imprese della zona e di impegnare la Regione al finanziamento del progetto definitivo di sistemazione degli argini, per il quale entro il 10 aprile 2014 saranno resi i pareri degli enti partecipanti alla conferenza dei servizi promossa dal Comune di Capaccio Paestum. Il consiglio, infine, ha stabilito di impegnare la Regione anche al finanziamento per la movimentazione e asportazione del materiale litoide dall’alveo del fiume Sele relativamente al territorio del comune di Capaccio Paestum e a procedere celermente alla liquidazione dei danni causati dalla mancata manutenzione del reticolo idrografico secondo le linee guida della delibera di giunta regionale del 25 marzo 2010.

«Abbiamo fatto un altro importante passo in avanti verso la risoluzione definitiva della problematica riguardante la messa in sicurezza del fiume Sele. – afferma il sindaco Italo Voza – Desidero ribadire alle famiglie e agli imprenditori che hanno subito danni a causa dell’alluvione, che stiamo utilizzando tutti gli strumenti in nostro possesso affinché non debbano più convivere con la paura per la minaccia di una nuova esondazione».

©

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019