Entro il 12 luglio riapre la Cilentana, Pierro: «Provincia e Regione ancora una volta producono fatti concreti e positivi»

«La collaborazione tra Provincia di Salerno e Regione Campania si dimostra, ancora una volta, produttiva di risultati positivi. Entro il prossimo 18 luglio sarà completata la gara e si aprirà il cantiere per la ricostruzione del rilevato, in territorio di Prignano, come progettato dalla Provincia e finanziato dalla Regione. Nella prossima settimana, inoltre, saranno eseguite le prove di carico sul viadotto di Agropoli, deformato dalla frana, per verificare la possibilità di transitare almeno su di una corsia entro il 12 luglio prossimo». Così l’assessore ai Lavori Pubblici Attilio Pierro in merito alle periodiche polemiche sulla viabilità provinciale.

«La rilevante attività sviluppata dalla Provincia in questi mesi – prosegue Pierro- ha consentito di progettare ed eseguire tutti gli interventi preparatori, approvati dal Provveditorato OO.PP. di Napoli, per l’esecuzione delle prove di carico sul viadotto che, nonostante i danni subiti, si tenta di utilizzare, con perizia professionale e coraggiosa assunzione di responsabilità da parte dei nostri tecnici del Settore LL.PP. E’ doveroso evidenziare –precisa- che il viadotto è stato bloccato, nonostante il movimento franoso sia ancora in atto, con tratti di palificate ed è stata garantita la stabilità delle travi di appoggio. L’intera area è sottoposta ad un continuo monitoraggio per la verifica dei movimenti del terreno e della sicurezza del viadotto. Si stanno predisponendo le prove di carico per verificare la transitabilità di una corsia. Nel contempo, e’ stato completato il progetto di ricostruzione del viadotto che, nella prossima settimana, sarà trasmesso alla Regione per il finanziamento».

«Questi –conclude l’assessore Pierro- sono fatti reali prodotti con lavoro serio e responsabile con la sola collaborazione e disponibilità della Regione Campania. Lasciamo ad altri inutili e strumentali iniziative così come le sterili e immotivate polemiche, che fino ad oggi hanno prodotto il nulla, tralasciando di richiamare i disastri e gli sprechi prodotti dalle Amministrazioni che ci hanno preceduto e le sciagurate decisioni dei Governi Monti e Letta, nonché di quello attuale di Renzi, che hanno seriamente compromesso la capacità d’intervento della Provincia».

©Riproduzione riservata